domenica, 27 Novembre, 2022

maggioranza

Politica

Fiducia a Meloni. Berlusconi si allinea. Il no garbato di Renzi

Giuseppe Mazzei
L’operazione per ora è riuscita. Giorgia Meloni ha compattato la maggioranza incassando il si convinto di Berlusconi e ha indebolito il fronte del no ricevendo da Renzi la disponibilità sulle riforme istituzionali e in genere per un’opposizione dialogante. Un bel colpo. Tocca alla squadra di governo e alla maggioranza fare sul serio e dimostrare capacità di governo. Il Presidente del...
Politica

Meloni per un governo di legislatura. I mal di pancia della maggioranza non sono una cosa seria

Giuseppe Mazzei
Il governo è appena nato e già cominciano le turbolenze dei partiti della maggioranza. E sono di due tipi. Ci sono le tensioni che si agitano la vita interna di Forza Italia, evidenti in alcune interviste. E poi ci sono le pretese della Lega di riprendere a cavalcare alcuni cavalli di battaglia della campagna elettorale e di imporli alla maggioranza....
Politica

Meloni alla sfida del buongoverno

Giuseppe Mazzei
La gestazione è stata turbolenta, il parto rapido, la creatura nasce sana e, a quanto pare, con robusta costituzione, nel bel mezzo di una tempesta di problemi. Giorgia Meloni può essere orgogliosa di sé: è la prima donna che guida un governo nella storia d’Italia e lo fa avendo saputo tenere a bada, finora, due alleati ingombranti come Berlusconi e...
Politica

Il pluralismo delle opposizioni e le frizioni nella maggioranza

Giuseppe Mazzei
Se Berlusconi stamattina non farà altri show, Mattarella nel pomeriggio incaricherà Giorgia Meloni che già domani potrebbe proporre la lista dei ministri per ottenere il consenso del Presidente. Sulla politica internazionale la convergenza di visioni di Meloni e Mattarella garantisce che la nomina del ministro degli Esteri darà la massima garanzia di fedeltà all’Europa e alle Alleanze occidentali. Salvo imprevisti...
Politica

Centrodestra, difficile ricucitura. La nebbia all’irto Colle…

Giuseppe Mazzei
Per ora, dall’alto dello studio alla vetrata del Quirinale, il panorama della maggioranza sembra avvolto in un’inattesa e fastidiosa nebbia. Alla fine, forse, un accordo si troverà. Ma riuscirà Giorgia Meloni a dar vita al Governo di alto profilo che tenacemente cerca di costruire nonostante i suoi alleati facciano di tutto per impedirglielo? O il risultato sarà una squadra debole...
Politica

La Russa eletto con 17 voti del centrosinistra. Berlusconi alza la posta e intralcia Meloni

Giuseppe Mazzei
Esiste una maggioranza? Esiste una opposizione? Domande tutt’altro che retoriche, visto lo spettacolino di questi giorni. Se le sta ponendo, forse, anche il Capo dello Stato che a breve dovrà dare l’incarico di formare il nuovo governo. Mattarella avrà avuto di che riflettere vedendo l’elezione della seconda carica dello Stato avvenuta senza i voti di Forza Italia ma con quelli...
Politica

Il discorso che ha chiesto chiarezza ai partiti

Maurizio Piccinino
Coraggio, altruismo e credibilità. Ma con paletti, argomenti e ruoli che suonano nelle parole del premier Draghi come il voler intraprendere una leadership forte senza intralci capace di arginare e bacchettare chi mette sul cammino del Governo beghe e ultimatum. Così le comunicazioni del premier al Senato dopo la concessioni su Patto sociale, Salario minimo, cambio sul RdC; non sono...
Politica

Draghi alla maggioranza: “Siete pronti a ricostruire il patto di fiducia?”

Maurizio Piccinino
Coraggio, altruismo e credibilità. È la richiesta del premier Mario Draghi affinché ritorni sulle sue dimissioni per aprire una nuova pagina nel suo Esecutivo. La giornata, almeno nelle intenzioni della maggioranza dei partiti che sostengono il Governo, volge al bello. Ma il il premier pur sollecitando impegno corale non ha voluto fare sconti. Draghi ha elencato le cose fatte, le...
Politica

Conte attacca Draghi ma ipotizza l’appoggio esterno

Giuseppe Mazzei
Secondo Conte Draghi ha sbagliato a dimettersi. Dopo il mancato voto di fiducia dei senatori 5S, doveva tirare dritto, visto che comunque la fiducia era passata lo stesso. Insomma Draghi poteva umiliare i 5S non dando alcun peso al loro voto. Non l’ha fatto e Conte invece di ringraziare si arrabbia. Tesi ardita quella di Conte sia sul piano costituzionale...
Politica

Crisi in alto mare. Verso le elezioni anticipate

Gianfranco Rotondi
La crisi di Governo è esplosa all’improvviso, per effetto di un meccanismo noto in politica: si tira la corda per mostrare forza e determinazione, ma l’interlocutore non abbocca, non media, non concede. E la rottura diventa inesorabile. Conte ha osato molto, ma Draghi non si è sottratto allo scontro, ha rilanciato chiudendo senza appelli a una prosecuzione rissosa del suo...