lunedì, 15 Aprile, 2024

Speciale

Geopolitica

Una cornice europea per dare garanzie di sicurezza a Zelensky

Redazione
Gabriele Checchia, presidente del Comitato Strategico del Comitato Atlantico Italiano, Direttore del Comitato Scientifico della Rivista quadrimestrale di Geopolitica e Commercio Internazionale  “GeoTrade” diretta dal Professor Paolo Quercia. Già Ambasciatore  in Libano (2006-2010), Rappresentante Permanente italiano presso la Nato a Bruxelles (2012-2014) e successivamente presso le Organizzazioni Internazionali a Parigi (OCSE/ESA/AIE a Parigi dal 2014 al 2016)   Ventisei mesi...
Geopolitica

L’Ucraina e noi, il momento della verità

Giuseppe Mazzei
La fretta e la visione a corto raggio sono tra i due difetti più gravi delle nostre democrazie contagiate dalla sindrome indotta dai social, in cui tutto  deve svolgersi con rapidità e sotto  la minaccia della noia che è sempre in agguato. E così applichiamo queste modalità anche ai problemi più complessi che richiederebbero invece visioni lungimiranti e la paziente...
Geopolitica

Kyiv: Basta artificiose limitazioni e più sistemi di difesa aerea

Renato Caputo
Una serie di attacchi missilistici e droni russi a partire dal 22 marzo ha distrutto gran parte delle infrastrutture energetiche dell’Ucraina. Il danno, che costerà miliardi di dollari, richiede molti mesi per essere riparato, ha paralizzato la capacità dell’Ucraina di illuminarsi e riscaldarsi a medio termine e segna un’importante escalation nell’invasione in corso da parte della Russia. L’ultima ondata di...
Geopolitica

Accelerare il sostegno militare a chi difende la propria patria e anche la nostra sovranità

Redazione
Vittorio Emanuele Parsi, professore ordinario di Relazioni Internazionali all’Università Cattolica di Milano L’Ucraina è in difficoltà. Putin si prepara ad una forte offensiva sostenuta da un’industria bellica russa tornata a produrre a pieno regime, da armi che arrivano dall’Iran e dalla Corea del Nord e dal reclutamento di altre migliaia di soldati. E intanto i 60 miliardi di aiuti stanziati...
Geopolitica

Il neo-pacifismo ipocrita e autolesionista e le armi della pace

Giuseppe Mazzei
La pace è un valore troppo importante perché possa essere oggetto di un uso disinvolto, superficiale, strumentale e spesso in malafede. I peggiori dittatori guerrafondai raramente dichiarano di essere innamorati della guerra ma si proclamano sempre favorevoli alla pace, la loro pace, basata sull’imposizione del loro dominio con la forza, la prevaricazione e qualsiasi genere di abuso. La costruzione e...
Geopolitica

Europa Disarmata

Paolo von Schirach
“C’è oggi uno sbilancio significativo tra il contributo Americano ed Europeo per la difesa comune”. “Bisogna che il Governo americano cominci a parlare della nuova realtà tra gli Stati Uniti e i nostri alleati, oggi paesi sviluppati. La realtà e che l’America non può più sostenere il peso [economico] della difesa del mondo libero”. Sono i Repubblicani al Congresso, che...
Geopolitica

La NATO: una storia di successo

Vittorfranco Pisano
Il 4 aprile 1949, conformemente all’Art. 51 della Carta delle Nazioni Unite che prevede la difesa nazionale e collettiva, dodici democrazie occidentali – Regno Unito, Francia, Belgio, Olanda, Lussemburgo, Italia, Norvegia, Danimarca, Islanda, Portogallo e, quale indispensabile “legame transatlantico”, Stati Uniti e Canada – cautamente sottoscrissero il Trattato di Washington, ovvero Trattato dell’Atlantico del Nord, che istituisce la NATO quale...
Geopolitica

Dobbiamo essere pronti ad un lungo confronto con la Russia

Renato Caputo
La guerra di Putin ha dimostrato che la pace in Europa non può essere data per scontata, avverte il Segretario Generale della NATO Jens Stoltenberg. Chiede maggiore capacità produttiva di armi e munizioni in Occidente. Questo è l’unico modo in cui l’Ucraina può tenere testa alla Russia e garantire la sicurezza dell’Europa. L’Ucraina è sottoposta a crescenti pressioni nella sua...
Geopolitica

Europa, Stati Uniti e Ucraina, destini incrociati

Giuseppe Mazzei
Il destino dell’Occidente potrebbe subire nei prossimi mesi una svolta pericolosa. Essa potrebbe segnare l’avvio del declino, forse  irreversibile, della civiltà che ha segnato quanto meno gli ultimi 75 anni della storia. Tre sono i rischi che si affacciano all’orizzonte e sono fra loro terribilmente intrecciati Non cedere alle pretese russe sull’Ucraina Il primo è legato all’evoluzione della guerra in...
Geopolitica

L’Iran destabilizzatore e l’esigenza di una Helsinki del Mediterraneo allargato

Redazione
*Ha ricoperto numerosi incarichi nella Carriera Diplomatica fra i quali Direttore Generale della DG integrazione europea, Rappresentante permanente dell’Italia presso la Ue. Consigliere diplomatico del Presidente della Repubblica. Nominato Consigliere di Stato della Repubblica Italiana Il peso geopolitico dell’Iran è notevolmente cresciuto negli ultimi dieci anni nel Medio Oriente. E l’Occidente sta a guardare? Il peso internazionale dell’Iran è cresciuto...