domenica, 17 Ottobre, 2021

Russia

Attualità

Il Nobel per la pace ai giornalisti Ressa e Muratov

Ettore Di Bartolomeo
Il Premio Nobel per la pace 2021 è stato assegnato congiuntamente a Maria Ressa e Dmitry Andreyevich Muratov “per i loro sforzi per salvaguardare la libertà di espressione, che è una precondizione per la democrazia e una pace duratura”. Secondo il Comitato norvegese per il Nobel, Ressa e Muratov hanno dimostrato la loro coraggiosa lotta per la libertà di espressione...
Attualità

Le lezioni dell’11 settembre. Quelle Torri, il terrore che si diffonde e le superpotenze senza una strategia

Giuseppe Mazzei
Cosa abbiamo davvero imparato in questi 20 anni insanguinati? Primo: il terrorismo è una pandemia mortale, una minaccia globale  che colpisce ovunque, quando vuole, con le più disparate motivazioni. Prevalenti sono quelle che si ispirano all’estremismo islamico, in varie forme. Secondo: le superpotenze sembrano impotenti e non hanno una strategia comune per prevenire e stroncare questi paladini della morte. L’impegno...
Esteri

Contro il terrorismo “difesa collettiva” di Usa, Ue, Russia e Cina

Giuseppe Mazzei
Il terrorismo internazionale di matrice jihadista alza la voce. Le sue minacce si fanno sempre più concrete. Nei prossimi mesi si assisterà ad un’escalation. Motivo? Uno Stato sovrano, l’Afghanistan, è nelle mani di un gruppo di estremisti islamici legati ad al Qaeda e incapaci di fronteggiare altre frange terroristiche come l’Is-k. Al di là degli impregni presi negli accordi di...
Esteri

Usa fuori da Kabul? Difficile prevenire Isis e al Qaeda

Daniel Hoffman*
All’avvicinarsi dell’anniversario del 11/9, dopo decenni di operazioni antiterrorismo estremamente efficaci e terribili fallimenti nella costruzione della nazione, l’Afghanistan è più che mai un pericolo chiaro e presente per gli Stati Uniti. Siamo ancora nel mirino dei talebani, di Al Qaeda e dell’ISIS, che vivono nello spazio privo di governo dell’Afghanistan. Gli Usa hanno sempre sostenuto che non vi era...
Esteri

Biden deve ricostruire la credibilità degli Usa come garante di sicurezza

Robert Dannenberg *
Putin è profondamente consapevole del rischio che l’estremismo islamico si vada espandendo dall’Afghanistan all’Asia centrale, al Caucaso e alla Federazione russa. Infatti, le truppe russe, uzbeke e tagiche hanno condotto esercitazioni nel mese di luglio, che sembrano essere state progettate per prepararsi a rispondere alle incursioni transfrontaliere dall’Afghanistan. Questo è solo il primo passo nel suo piano per il consolidamento...
Esteri

Draghi medierà con Cina e Russia per corridoi sicuri dopo il 31 agosto

Giuseppe Mazzei
Il vertice straordinario non ha convinto Biden a chiedere una proroga. Per gli Usa sarebbe umiliante andare con il cappello in mano e molto pericoloso violare gli accordi con i Talebani, che non aspettano altro per dimostrare il loro vero volto. Ma tutti sanno benissimo che entro quella data non sarà ultimata la partenza non solo dei militari ma anche...
Esteri

L’Africa si colora di Russia. Armi ed energia, contratti miliardari 

Cristina Calzecchi Onesti
Dopo quasi 30 anni la Russia mostra una rinnovata attenzione per il Continente nero e che voglia fare sul serio lo si è capito nel 2019, quando a Sochi si è tenuto il primo vertice Russia-Africa della storia, con la partecipazione dei rappresentanti di tutti i 54 paesi continentali.  L’ambizione sovietica, che fa da contrappeso a quella cinese, assume le...
Esteri

I Talebani avanzano verso Kabul. Allarme Usa-Eu. Intervenga l’Onu. Nascerà un nuovo Califfato?

Giuseppe Mazzei
Cosa ci si poteva aspettare da criminali spietati come i Talebani? Non appena Stati Uniti e Nato si sono ritirati, hanno conquistato oltre dieci della 34 province, seminando il terrore. Nel giro di 3 mesi Kabul potrebbe capitolare. I negoziati di Doha sembrano ormai una farsa: i talebani dettano legge e non vogliono trattare col presidente Gahni. L’isolamento internazionale non...
Esteri

Mosca-Pechino e la guerra della disinformazione contro gli Usa

Mark Kelton*
La Cina sembra aver imparato molto dall’uso efficace che la Russia fa delle operazioni di disinformazione contro l’Occidente, e gli Stati Uniti in particolare. Neanche l’intelligence russa che l’aveva ideato, poteva immaginare il caos scatenato nella politica americana dal tentativo di influenzare le elezioni presidenziali del 2016. Una vicenda che  ha scosso la fiducia degli americani nel loro sistema democratico...