mercoledì, 29 Giugno, 2022

In punta di penna

In punta di penna

Razionamento e ragionamento

Redazione
Strana cultura del rischio, quella italiana. Da Febbraio sappiamo che il Gas russo non è più una certezza, ma aspettiamo che Putin chiuda i rubinetti per cominciare a risparmiare. Da Marzo i centri meteo ci hanno detto che la siccità ci avrebbe assetati. Ma le restrizioni all’uso dell’acqua cominciano solo adesso, con 40° all’ombra. Il razionamento c’è. Manca il ragionamento....
In punta di penna

La Giustizia? Ha la testa nelle nuvole ma non nel cloud

Redazione
Il viadotto Genova-San Giorgio, costruito a tempo di record dopo il crollo del Ponte Morandi è costato 202 milioni di euro. Ai 59 imputati il diritto alla difesa potrebbe costare circa 50 milioni di euro. Ogni “fascicolo”, 64Terabyte e  34 miliardi di files, potrebbe costare 750mila euro. Eppure basterebbe inserire i dati  su un cloud e far pagare un tanto ad accesso...
In punta di penna

I limiti di Fico

Redazione
Di Maio non ha fondato un nuovo partito ma ha costituito un nuovo gruppo parlamentare. Può il Presidente della Camera entrare a gamba tesa nel tormento interno al suo partito? Sarebbe meglio di no. Ma è un peccato veniale. Può il Presidente della Camera definire la costituzione di un nuovo gruppo parlamentare “un’operazione di potere”? No. Non può. C’è un...
In punta di penna

Meno armi, più pace? Per gli aggressori…

Redazione
Aristotele impazzirebbe di fronte al sillogismo fallace di certi sedicenti “pacifici”. Eccolo: “Più armi circolano più c’è guerra. L’Occidente dà più armi all’Ucraina. Dunque l’Occidente non vuole la pace“. Eh no perbacco!! sbotterebbe il filosofo di Stagira. La conclusione è illegittima perché la seconda frase omette di dire che la Russia che ha provocato la guerra ha molte più armi...
In punta di penna

Meno armi, più pace? Solo per gli aggressori

Redazione
Aristotele impazzirebbe di fronte al sillogismo fallace  di certi sedicenti “pacifici”. Eccolo:” Più armi circolano più c’è guerra. L’Occidente dà più armi all’Ucraina. Dunque l’Occidente non vuole la pace“. Eh no perbacco!! sbotterebbe il filosofo di Stagira. La conclusione è illegittima perchè la seconda frase non dice che la Russia- che ha provocato la guerra- ha molte più armi dell’Ucraina....
In punta di penna

“Kremlill”, uomo di pace. Eterna

Redazione
Il Patriarca di Mosca è un uomo di pace. Nel 2011 in Siria, disse:”Si può risolvere ogni problema pacificamente”. Putin lo prese in parola e ordinò di radere al suolo Aleppo. Ha benedetto l’invasione dell’Ucraina sostenendo: “È necessaria per combattere l’omosessualità”. Le sue omelie sono peggio dei comizi televisivi di Lavrov e delle minacce apocalittiche di Medvedev. Da ex agente...
In punta di penna

Lavrov il denazificatore che offende Israele

Redazione
Il ministro degli esteri di Putin era stato descritto come un fine diplomatico. Tanto fine che  ha affermato  “anche Hitler era di origine ebraica”. Peccato che nessuno gli abbia ricordato che Hitler di ebrei ne uccise 6 milioni. Un dettaglio irrilevante per chi ha scatenato una guerra con la scusa di denazificare l’Ucraina.  ...
In punta di penna

Dissenso e incompetenza

Redazione
Un barman, mentre prepara il caffè, dice al cliente la sua opinione su Putin e l’Ucraina. Un accademico, che si occupa di filosofia o diritto privato o terrorismo, pontifica in tivù su questioni strategiche riguardanti il conflitto. Il primo ha il diritto di dire quello che vuole. Il secondo davanti alle telecamere parli delle cose che conosce, oppure vada al...
In punta di penna

Armi? All’Ucraina no… al tabaccaio si…

Redazione
Scena 1. Rapinatore pistola, in pugno, entra in tabaccheria. Minaccia il proprietario, munito solo di  coltello,  la figlia e un cliente che, di nascosto, dà la sua calibro 38 al tabaccaio che spara e ferisce gravemente il ladro. Il politico, tutto d’un pezzo, esulta. Scena 2. L’Europa manda armi all’Ucraina perchè si possa difendere dall’ aggressione russa. Il politico, tutto...