giovedì, 9 Febbraio, 2023
In punta di penna

La Repubblica astemia d’Irlanda

Gli irlandesi potranno scrivere sulle etichette che “il vino fa male alla salute”. Come le sigarette…

40 anni fa un luminare della cardiochirurgia mi disse, stupendomi: il fumo fa molto male ma una sigaretta al giorno, in alcuni casi può anche essere d’aiuto. Oggi sarebbe bruciato vivo .Non è tempo di saggezza ed equilibrio. Lo stile dei pasdaran ha avuto la meglio: ovunque trionfa  l’estremismo, la “polizia morale”  rischia di diventare un modello, l’espressione blasfema dell’hegeliano Stato-etico.

Ma se va segnalato tutto ciò che fa male…non resta che il digiuno e l’astinenza  che riducono i rischi per la salute eliminando il soggetto titolare del diritto a vivere. Perchè non scrivere sugli aerei che volare fa male ? In effetti prendiamo radiazioni: in 5 ore di volo  intercontinentale a 45.000 piedi l’equivalente di una radiografia dentale.

Agli amici irlandesi suggeriamo di sorseggiare non una pinta (mezzolitro) ma un bicchiere (125grammi) di vino buono durante un pasto: libererà il loro pensiero da  paure e sciocchezze e li renderà più lucidi.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

L’ottimismo di Mattarella: “L’Italia non è ferma. I giovani scrivano il futuro”

Anna La Rosa

Vino bio, forte crescita. Battistoni: Italia prima in Europa 

Francesco Gentile

Nei primi 9 mesi del 2021 commercio agroalimentare Ue in crescita

Angelica Bianco

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.