martedì, 19 Ottobre, 2021

Kabul

Politica

Mosca snobba l’occidente, l’incontro con i talebani

Maria Sole Sanasi d'Arpe
Il Governo italiano ha promosso e organizzato un G20 straordinario tra i leader in video conferenza sul dossier afghano. Domani, mercoledì 20 ottobre, il Cremlino ha convocato un summit sul tema, quasi a rappresentare una risposta: una sorta di provocazione all’Occidente ed ancor prima all’Italia da parte dalla capitale russa; i talebani infatti, benché formalmente ed ufficialmente banditi da Mosca, vi si recheranno...
Esteri

Le loro ciglia si muovono, le afghane tornano a manifestare

Maria Sole Sanasi d'Arpe
“Le avverse forze tremano/al mover del suo ciglio” così Alessandro Manzoni – ed i suoi versi sembrano descrivere lo spirito di ribellione (o ancor più: di resistenza) che guida le donne afghane a Kabul; nella marcia per chiedere il diritto di tornare a scuola, tra studentesse, insegnanti e docenti universitarie che ne hanno denunciato la chiusura: rivolta unicamente al loro...
Considerazioni inattuali

Dalle costole delle donne, nuove restrizioni in Afghanistan

Maria Sole Sanasi d'Arpe
“Dio il Signore fece cadere un profondo sonno sull’uomo, che si addormentò; prese una delle costole di lui, e richiuse la carne al posto d’essa. Dio il Signore, con la costola che aveva tolta all’uomo, formò una donna e la condusse all’uomo” questo il passo della Bibbia dedicato alla creazione del genere femminile; che pare quasi subire una sorta di...
Esteri

Sugli aiuti agli afghani l’ombra della corruzione a Kabul

Ranieri Razzante*
La corruzione in Afghanistan è tutt’altro che nuova. I miliardi versati nel Paese negli ultimi vent’anni, soprattutto dagli Stati Uniti, hanno alimentato una classe di imprenditori afghani milionari, politici e signori della guerra il cui comportamento corrotto ha paralizzato il Paese e spinto molti tra le braccia dei Talebani, che – in teoria – si sarebbero impegnati a farla finita...
Esteri

Il popolo afgano allo stremo. Aiuti umanitari in difficoltà

Ranieri Razzante*
Un mese dopo la caduta del Governo di Kabul, sostenuto dagli Stati Uniti, l’Afghanistan affronta una crisi gravissima: milioni di persone che soffrono la fame, una crisi di liquidità a livello nazionale, sospensione degli aiuti e congelamento dei beni da parte di donatori internazionali e timori di brutali violazioni dei diritti umani.   I politici in Occidente sono alle prese con...
Esteri

A Kabul sventola bandiera bianca

Maria Sole Sanasi d'Arpe
La bandiera talebana s’è innalzata coincidenziale l’11 settembre: sancisce di fatto l’avvio formale del nuovo governo, nel giorno della conquista della capitale afghana; sventola bianca sul palazzo presidenziale, e riporta un versetto coranico: la shahādah, espressione ultima della testimonianza di fede musulmana, issata dal mullah Mohammad Hassan Akhund, il primo ministro – come riportato dal portavoce e capo della commissione...
Europa

Ue, Guerini: “Sulla difesa comune serve un salto di qualità”

Francesco Gentile
“Il tema della difesa comune è tornato centrale nella discussione europea, iniziative concrete sono state avviate ma non bastano, serve un salto di qualità innanzitutto politico. La crisi afghana mostra che siamo chiamati ad assumerci delle responsabilità sempre maggiori”. Lo ha detto il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, nel corso dell’informativa in Senato sugli sviluppi della situazione in Afghanistan. “Le...
Esteri

Panjshir, la valle della resistenza alle catene dei talebani

Maria Sole Sanasi d'Arpe
La valle del Panjshir, a nord di Kabul, quale ultimo baluardo della resistenza afghana, è stata assediata dai combattenti talebani, che si dicono pronti – attraverso Inamullah Samangani, membro della commissione culturale talebana – ad annunciare il nuovo governo, dopo tre settimane di gestazione nella forsennata lotta al potere. Sono migliaia gli abitanti sfollati a causa dell’avanzata jhadista nel villaggio di Anabah, a...
Società

Fondazione YMCA: corridoi umanitari per giovani afgani che vogliono studiare in Italia

Redazione
“La caduta di Kabul e dell’intero Afghanistan in mano talebana mostra in tutta la sua spietata brutalità lo stato di caos incontrollato dell’intero territorio, dove vari gruppi egemoni tentano di affermare la propria prevalenza sull’altro a scapito dei diritti umani, delle donne, dei minori, dei civili. La Fondazione YMCA Italia, da sempre impegnata nella programmazione di corsi universitari e di...
Esteri

20 anni a Kabul non inutili per la lotta al terrore

Mike Leiter*
Una delle narrazioni che emergono dalla tragedia in Afghanistan è che il nostro ritiro rappresenta un ritorno a una situazione pre-9/11 che ci espone allo stesso rischio che ha portato alla morte di quasi 3.000 americani 20 anni fa. Se è vero che delle speranze americane poco o nulla si è realizzato in Afghanistan, dal punto di vista puramente dell’antiterrorismo...