martedì, 5 Luglio, 2022

Centro destra

Politica

Il muso duro di Salvini con gli alleati seppellisce la vecchia coalizione. La doppia crisi del centro-destra

Giuseppe Mazzei
Senza leadership e a corto di idee. E ora con tanti veleni e accuse di tradimento. Peggio di così non poteva finire. La sconfitta sul Quirinale è stato solo l’ultimo atto del tramonto della coalizione inventata nel 1994 da Berlusconi: un caleidoscopio formato dal partito nazionalista di Fini, da quello federalista di Bossi e da reduci della Dc e del...
Politica

Le coalizioni non esistono più. I partiti vogliono contarsi. Proporzionale più vicino

Giuseppe Mazzei
Uscire dal Rosatellum, tornare al vecchio proporzionale ma lasciar fuori il governo da questo problema. Sembra questa la strada obbligata per le forze politiche dopo le spaccature nel centro-destra e la guerra dentro i 5 Stelle. Le coalizioni sono solo dei nomi cui non corrispondono reali alleanze. Mantenere un sistema che assegna il 37% dei seggi sulla base di aggregazioni non...
Politica

Il Quirinale e il vaso di Pandora della politica. Ora i partiti facciano gli esercizi spirituali

Giuseppe Mazzei
Fra un anno si vota. Davvero i partiti pensano di presentarsi agli elettori offrendo la stessa immagine scadente mostrata durante la battaglia per il Quirinale? La qualità della democrazia dipende  anche dalla qualità delle forze politiche. Che ora devono interrogarsi sui propri errori, sulle capacità dei loro leader e sulle loro identità per tirarsi fuori dal pantano in cui si...
Politica

Il sorpasso politico di Meloni su Salvini

Giuseppe Mazzei
Non è un soprasso a destra, ma comunque molto pericoloso per Salvini. Nei sondaggi Fratelli d’Italia ha già due punti in più della Lega. Ma con la festa di Atreju Meloni ha tolto a Salvini ogni possibilità di essere il punto di riferimento del centro-destra. E non certo per la sfilata di capipartito che sono transitati sul palco. Giorgia si...
Politica

Di Maio: meglio Meloni che Salvini. In ballo la tenuta del centro-destra

Giuseppe Mazzei
Sul nome di Berlusconi, candidato alla Presidenza della Repubblica il centro-destra sarà compatto? Strano a dirsi ma i dubbi vengono proprio a chi non ha nulla a che spartire con quest’area politica. Luigi Di Maio che con Salvini ha pilotato il governo Conte 1, avanza il sospetto che il leader della Lega possa spaccare il centro-destra. Di Maio che potrebbe,...
Politica

Sinistra, destra, centro… parole liquide politiche incerte

Michele Rutigliano
È stato il sociologo Zygmunt Bauman a inventare l’espressione “Società liquida”. La modernità liquida, secondo il sociologo polacco, è “la convinzione che il cambiamento è l’unica cosa permanente e che l’incertezza è l’unica certezza”. Ecco vorrei soffermarmi su questo dualismo certezza/incertezza ed applicarlo per un attimo al mondo sempre più indecifrabile della politica. Vengo subito al dunque. Le tradizionali categorie...
Politica

Se il Centro si “libera” della Destra e della Sinistra

Giuseppe Mazzei
E’ meglio avere un centro diluito un po’ a destra e un po’ a sinistra o un’area indipendente dai due schieramenti capace di dialogare e condizionare entrambi? Su queste due ipotesi si concentra più l’attenzione degli scienziati della politica che dei leader dei partiti. Ma è un tema cruciale Dopo la fine della Prima Repubblica, la “discesa in campo” di Berlusconi offrì...
Politica

Berlusconi: “Bipolarismo imperfetto ma passo avanti, FI determinante”

Giulia Catone
“Il bipolarismo in Italia è certamente imperfetto, ma è un grande passo avanti verso la democrazia compiuta”. Lo dice il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, in una lettera al Corriere della Sera. “Bipolarismo naturalmente non significa, nella mia visione, una guerra tribale nella quale l’avversario sia delegittimato, demonizzato e se possibile distrutto. Significa al contrario un sistema maturo nel...
Politica

Il centro che manca a destra e a sinistra sbilancia e rende fragili le future coalizioni

Giuseppe Mazzei
Nella primavera del 2023 andremo a votare con l’attuale legge elettorale, il cosiddetto Rosatellum o con la riforma alla tedesca che prevede il proporzionale senza quota maggioritaria con soglia di sbarramento più alta,5%? Nel primo caso saranno eletti in collegi uninominali 147 deputati e 74 senatori,in quelli plurinominali 245 deputati e 122 senatori. Previsioni ad oggi sono impossibili. Ma si...
Politica

Partiti federati? Surrogato del bipolarismo

Giuseppe Mazzei
Per circa 30 anni, dopo la fine della Prima Repubblica, la parola d’ordine dei riformatori del sistema elettorale e politico è stata: bipolarismo. L’entusiasmo per questa formula nasceva dalla reazione all’eccessiva frantumazione politica. Essa veniva collegata alla legge proporzionale, quasi pura, con cui avevamo sempre votato, a parte la parentesi della cosiddetta legge truffa (1953) che truffa non era ma...