lunedì, 23 Settembre 2019

Tag : petrolio

Economia

Shock petroliero, guai per l’Italia

Maurizio Piccinino
“L’aumento è destinato a contagiare l’intera economia perché se salgono i prezzi del carburante si riduce il potere di acquisto degli italiani che hanno meno risorse da destinare ai consumi mentre aumentano i costi per le imprese”. La crisi petrolifera in Arabia Saudita dopo l’attacco terroristico ad alcune raffinerie, agita lo scenario economico nazionale, ed è la Coldiretti che per...
Editoriale Esteri

Gli Stati Uniti davvero vogliono abbandonare il loro ruolo di garante della democrazia e della pace nel mondo?

Enzo Cartellino
I prezzi del petrolio sono aumentati vertiginosamente lunedì dopo un attacco di droni alle strutture petrolifere dell’Arabia Saudita nel fine settimana. Gli attacchi hanno colpito più della metà delle esportazioni giornaliere dell’Arabia Saudita, il che equivale a circa il 5% della produzione mondiale di greggio. Gli esperti ritengono che potrebbero essere necessarie settimane affinché il regno ripristini la piena produzione....
Economia

Torna l’oro, i mercati fanno festa

Maurizio Piccinino
Tutto rischia di crollare ma l’oro no, in queste ore tra dazi e tagli di petrolio, si discute con la sua impennata verso l’alto se non sia il bene rifugio per eccellenza. Così mentre ladri preveggenti, rubavano in Inghilterra la tazza della toilette, ricoperta d’oro a 18 carati, eccezionale manufatto che faceva parte di una mostra dedicata a Maurizio Cattelan...
Articoli del Giorno Europa

Romania: quarto produttore di petrolio dell’Ue nel 2018

Redazione
La Romania si è posizionata l’anno scorso al quarto posto nell’Unione Europea in termini di produzione di petrolio con 3,6 milioni di tonnellate, in calo del 2% rispetto all’anno precedente, secondo un rapporto della società britannica BP. Sui primi posti nella graduatoria erano presenti: Regno Unito, Danimarca e Italia. A livello mondiale invece la graduatoria mette sui primi posti: Stati...
Ambiente Video Interviste

Petrolio e gas, l’Italia dei no ci rende poveri. Settore energia in crisi, migliaia i licenziati

Maurizio Piccinino
“Vuole che dica una cosa che spieghi come l’Italia a colpi di no impoverisca ogni giorno di più? Il settore energia nel nostro Paese non aveva mai subito crisi e licenziamenti, oggi si passa da una vertenza e una chiusura all’altra e la cosa non interessa a nessuno”. Carlo Petaccia, esponente Cgil del settore energia ha uno stile diretto e...

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Se continui ad utilizzare il sito ne assumiamo che tu sia concorde. Accetta Maggiori Informazioni