mercoledì, 24 Luglio, 2024

Aiuti militari

Esteri

Orban va da Putin. Xi: “La Cina fa sforzi attivi per la pace”

Antonio Gesualdi
Dopo aver incontrato il Presidente ucraino Zelensky, il premier ungherese, Viktor Orban oggi è a Mosca per incontrare il Presidente Putin. Una delegazione da Budapest sarebbe già in Russia, ma fonti del governo ungherese non hanno né confermato né smentito. Orban potrebbe, effettivamente, svolgere un ruolo di mediazione anche perché l’Ungheria ha appena assunto la presidenza di turno dell’Unione Europea...
Esteri

Kyïv mostra un soldato decapitato dai russi. Mosca: verificheremo

Antonio Gesualdi
L’atrocità della guerra è quotidiana, ma questa volta l’Ucraina riprova a screditare le forze russe raccontando delle decapitazione di un soldato. Il procuratore generale Andriv Kostin ieri ha preso la scena mediatica per aver rivelato di aver ricevuto informazioni “che i comandanti russi hanno dato ordine di non catturare militari ucraini, ma di ucciderli con crudeltà disumana mediante decapitazione.” E...
Esteri

Il Governo ucraino ha un avatar per portavoce. Mosca esibisce armi occidentali

Antonio Gesualdi
Tra i miliardi concessi all’Ucraina c’è anche la creazione di una “persona digitale” che commenterà ufficialmente le informazioni per i media. Si chiama Victoria Shi e apparirà nelle risorse ufficiali del Ministero degli Affari esteri dell’Ucraina, sul sito web e sulle pagine social in modo da trasmettere con più frequenza i servizi stampa ai giornalisti. Qualche dubbio viene per il...
Società

Conte e lo strano modo di “aiutare” Kyiv

Giuseppe Mazzei
Quando si parla di Ucraina, di pace e di Putin l’eclisse della ragione raggiunge livelli di oscurità impensabili. Un groviglio di tesi contraddittorie si mescola a proclami di buoni sentimenti e genera proposte assurde. A promuovere queste proposte non sono solo esponenti dell’estrema sinistra o indegni figuri che da tempo incensano Putin. C’è anche Giuseppe Conte, per due volte Presidente...
Esteri

Putin: “Pronti alla guerra nucleare ma non la auspico”. Usa contro l’escalation

Maurizio Piccinino
Svolta positiva al comitato dei rappresentanti permanenti presso l’Ue (Coreper) sull’approvazione della Ukraine Assistance Facility (Uaf) per fornire aiuti militari urgenti a Kiev. I 27 trovano l’accordo sugli aiuti con un fondo da 5 miliardi per il 2024. La decisione è frutto di un compromesso e prevede la possibilità di acquistare armi – e ottenere i rimborsi dal fondo –...
Società

Dimenticare l’Ucraina un regalo per Putin

Giuseppe Mazzei
Da quattro mesi, la guerra in Medio Oriente ha fatto scendere il sipario su quella che da due anni si combatte per la liberazione dei territori dell’Ucraina, occupati illegalmente dai russi. Sul conflitto Israele-Hamas c’è una linea ampiamente condivisa tra le forze politiche e anche tra le democrazie occidentali: due stati, due popoli e pressioni contro le esasperazioni di Netanyahu....
Esteri

Sondaggio tra i repubblicani in Iowa: contrari alla guerra e favorevoli a Trump

Marco Santarelli
Il 77% dei probabili partecipanti repubblicani ai caucus dell’Iowa afferma di essere più propenso a votare per un candidato che sostiene l’uso dell’esercito americano per proteggere il confine meridionale, mentre un ulteriore 65% afferma di essere più propenso a sostenere un candidato che combatte la ʼSinistraʼ. Al contrario, il 54% dei probabili partecipanti ai caucus GOP afferma di essere meno...
Esteri

Continua offensiva russa in Ucraina, annunciati nuovi aiuti militari

Redazione
Il conflitto in Ucraina è al novantanovesimo giorno ma la tensione non sembra diminuire. Sul campo continuano i combattimenti mentre da Washington e Londra vengono annunciati nuovi aiuti militari a Kiev. Dopo l’annuncio del presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, sulla fornitura a Kiev di sistemi missilistici “più avanzati”, anche il Regno Unito ha fatto sapere che invierà all’Ucraina sistemi...
Politica

Aiuti militari e pace. Contro Draghi le armi spuntate di Salvini e Conte

Giuseppe Mazzei
Putin ringrazia Orbàn, ringrazia Erdogan, difficilmente potrà ringraziare anche Salvini e Conte. C’è sempre qualcuno che si mette di traverso e dà ,anche involontariamente, una mano al capo del Cremlino. Orban lo fa nell’Unione Europea, impedendo le sanzioni sul petrolio russo. Erdogan lo fa nella Nato, dicendo no a Svezia e Finlandia, col pretesto che questi Paesi ospiterebbero quelli che...