martedì, 25 Gennaio, 2022

rivoluzione

Considerazioni inattuali

La carezza della rivoluzione

Maria Sole Sanasi d'Arpe
Quale gesto più irrisolto, imperfetto, infinito se non quello della carezza: che non ha un termine definito, che si avvicina al volto e si separa senza stabilire un netto confine visibile. Il gesto di accarezzare, dapprima forse consueto in taluni casi, è diventato quasi rivoluzionario in questo particolare stato in cui versa il nostro tempo. Il primo naturale effetto della pandemia nell’interazione...
Attualità

Una rivoluzione trasparente rende più forte la cybersecurity

Thomas Warrick e Javed Ali*
Si sono alzate le sopracciglia quando l’amministrazione Biden ha i scelto veterani della National Security Agency (NSA), solitamente segreta, per tutte e quattro le posizioni di sicurezza informatica più alte nella più diversificata amministrazione della storia degli Stati Uniti. Data la reputazione di segretezza dell’NSA, potrebbe sembrare strano. In realtà, ciò che questi veterani dell’NSA condividono, oltre a forti qualità...
Considerazioni inattuali

L’uomo del cambiamento

Maria Sole Sanasi d'Arpe
Ognuno di noi è portato a pensare in genere che le cose non cambino o che il cambiamento assuma in effetti i tratti di un fenomeno paranormale che accade ogni cento anni: troppo lento e troppo graduale per coglierne i benefici; mentre tendiamo ad associare di solito ai cambiamenti repentini i risvolti meno positivi del cambiamento stesso. Invece è proprio...
Attualità

Ci sarà la rivoluzione

Giampiero Catone
Guarda quante facce scure, piene di rancore, sono ferme là. Ma che succederà? Ci sarà, la rivoluzione. È così che iniziava una canzone del 1967 cantata da Gianni Pettenati che contava sull’amore dei giovani impegnati per la pace. Diceva che non sarebbe tuonato neppure un cannone, e che ….l’amore alla fine vedrai che vincerà. Pensate che possano essere rappresentati dalle...