giovedì, 21 20 Novembre19

Tag : Fondo

Politica

Schiarite e incertezze

Giampiero Catone
Nuovo incontro domani fra il Presidente del Consiglio e i rappresentanti Arcelor Mittal la multinazionale franco – indiana che gestisce gli stabilimenti dell’ex Ilva a cominciare dal siderurgico di Taranto, il più grande di Europa.  L’iniziativa della magistratura milanese e i negoziati riservati, seppure ci sono stati, hanno avuto un primo risultato: quello di indurre gli amministratori del gruppo a...
Politica

Politica a Villa Borghese

Carlo Pacella
Sapere chi è che tira i fili dei personaggi variopinti di questa ultima maggioranza Italiana è diventata ormai come una caccia al tesoro. Il teatrino di pulcinella di Villa Borghese, circondato da bambini e genitori, la domenica, dava soddisfazioni e divertimento assicurato, oggi, questo teatrino è circondato da giornalisti, da investigatori, spie nazionali e internazionali, intellettuali di ogni tipo e,...
Esteri

Iraq: tragico epilogo delle manifestazioni popolari

Giampiero Catone
Le forze di sicurezza irachena hanno brutalmente colpito i manifestanti con una pioggia di gas lacrimogeni e proiettili sparati ad altezza uomo. Dall’inizio delle proteste ad ottobre le vittime sono state più di 319 e i feriti ammontano a circa 15.000. Il Paese è attraversato da una crescente ondata di protesta contro la disoccupazione, la corruzione dilagante e l’incapacità del...
Attualità

Ma quale maggioranza

Giampiero Catone
Non vorremmo scrivere che gli italiani in quest’ultimo periodo si stiano piuttosto rincretinendo, però la loro inerzia è piuttosto sconcertante. Di fronte a drammi epocali come quello della possibile chiusura dell’ex ILVA e alla perdita di una compagnia aerea di bandiera come l’Alitalia, vediamo troppa poca solidarietà nazionale.  In altri tempi cose del genere portavano in piazza non solo i...
Politica

L’Italia è vicina al punto di non ritorno

Carlo Pacella
Che si sia arrivati molto vicino al punto di non ritorno è ormai quasi certo. La politica e i politici hanno deluso tutti gli italiani, tanto da non farli più andare neppure a votare. Molti avevano sperato nei grillini ma è rimasta solo una speranza.  Sarà difficilissimo riprendere un cammino virtuoso; ci siamo anche illusi che lo slogan della legalità...
Attualità

Se la corruzione diventa un alibi

Giuseppe Mazzei
I ritardi con cui vengono realizzate le grandi opere in Italia sono ormai diventati un male con cui ci siamo abituati, erroneamente, a convivere, rassegnandoci a questa vergognosa realtà. Il caso del MOSE di Venezia è uno dei più eloquenti: un’opera urgente iniziata nel 2003 e che dopo 16 anni ancora non è finita. Perché avviene tutto questo? La prima...
Attualità Società

Le speranze dei giovani

Giampiero Catone
Se le cronache riferiscono sugli aspetti deteriori di una politica inconcludente e rissosa, che rischia di liquidare la posizione dell’Italia come seconda potenza manifatturiera in Europa e di fare esplodere fenomeni di malessere sociale, un bagliore di speranza viene dalle giovani generazioni, soggetto di una indagine dell’istituto Toniolo. L’indagine riguarda il sistema dei valori nei quali i giovani, quelli che...
Politica

Riti vecchi senza idee nuove

Giampiero Catone
Fa quasi tenerezza vedere quelli che si definivano i fautori e i protagonisti di una rivoluzione nel linguaggio e nei riti delle politica ripercorrere in termini più ambigui e talvolta grotteschi i sentieri comportamentali aborriti, quelli della vituperata prima repubblica. Per oggi, infatti, è convocato un vertice della maggioranza per una verifica ulteriore di un approdo comune su temi scottanti...
Attualità

Dopo l’Ilva, gli Stati generali dello sviluppo

Giuseppe Mazzei
Tutti ci auguriamo che l’ILVA continui a produrre e che nessun dipendente perda il posto di lavoro. Ma la gestione di questo caso è stata davvero sconcertante e ha fatto fare all’Italia forse la peggiore delle brutte figure degli ultimi decenni. Cambiare 4 volte in un anno le regole del gioco concordate con un investitore internazionale leader mondiale del settore...
Politica

Tutti contro tutti. Sull’orlo di una crisi di nervi

Giampiero Catone
Vorremmo metterli tutti chiusi in uno studio televisivo, i leader dei partiti, e vedere quanto tempo impiegheranno per  riuscire a sfogarsi completamente. Devono dirsele tutte le cose, non devono lasciare nulla di non detto. Pensate che ci riusciranno? Pensate che dopo uno sfogo completo riusciranno poi a dialogare come persone civili e come politici che, da noi eletti, possano finalmente...

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Se continui ad utilizzare il sito ne assumiamo che tu sia concorde. Accetta Maggiori Informazioni