domenica, 17 Ottobre, 2021

debiti

Economia

Fisco: unificare Entrate e Riscossione

Giuseppe Miceli*
Etica e Fisco sono i temi al centro del Festival dell’Economia Civile che si svolgerà a Firenze, dal 24 al 26 settembre. Nel frattempo, i dati trasmessi dall’Agenzia delle entrate-Riscossione alla Commissione finanze del Senato tracciano un quadro imbarazzante sul quale riflettere, anche in chiave etica. Sono circa 8 milioni i contribuenti italiani che ogni anno si vedono recapitare cartelle...
Attualità

La nostra P.A. paga tardi e male. Granelli (Confartigianato): compensazione diretta tra debiti e crediti

Angelica Bianco
Troppi ritardi nei pagamenti. A indicare una delle piaghe delle imprese nei rapporti con la pubblica amministrazione è la Confartigianato. Il 60,2% dei comuni italiani non rispetta il termine di legge di 30 giorni per pagare le aziende fornitrici di beni e servizi. Addirittura il 24,1% delle amministrazioni comunali, soprattutto nel Sud, impiega ben oltre due mesi per saldare le...
Economia

L’Italia in debito con le risorse naturali con due mesi di anticipo

Francesco Gentile
Si accorcia sempre di più il tempo del nostro vivere “a credito” sul pianeta terra. Quest’anno l’Earth Overshoot Day, segnala che l’esaurimento delle risorse rinnovabili prodotte in un anno dal pianeta, cade il 29 luglio. Un mese in anticipo rispetto al 2020. Per comprendere, inoltre, la necessità di una svolta, bisogna ricordare che la massa dei materiali artificiali, quelli che...
Attualità

L’Italia ad un bivio. Serve lavoro non assistenzialismo

Giampiero Catone
Tornare ad un “Miracolo economico” come quello degli anni Sessanta è possibile ma servono valori condivisi e l’unità dei partiti su progetti rigorosi. La crescita del debito pubblico è ancora inesorabile. I fondi europei e la tenacia di Draghi non basteranno.  Nell’economia italiana si ricorda un solo “Miracolo”, ed è quello avvenuto negli anni ‘60. Oggi malgrado i molti taumaturgi,...
Economia

12 milioni di “morosi”: Pace fiscale e finto condono. Debiti inesigibili e disagi dei poveri

Giampiero Catone
Dal primo luglio 35 milioni di italiani saranno tenuti a pagare bollette, bolli e multe arretrate. Poi scatteranno pignoramenti, blocchi e ipoteche. Sui poveri la mannaia calerà con precisione, ma si potrà avere più trasparenza sulla Centrale rischi finanziari Crif? Pochi vogliono vedere in faccia la realtà economica di molti italiani, imprese o famiglie che siano. Prendiamo il caso della...
Economia

Debiti e crediti. A fine anno la moratoria sui prestiti garantiti

Angelica Bianco
Troppi debiti, scarsissima liquidità, le incertezze della ripresa con la fiammata dei prezzi e delle voci di una inflazione che metterà a dura prova le imprese, i consumi e le famiglie. A ridare una boccata di ossigeno alle imprese è il decreto Sostegni bis, che ha prorogato la moratoria per i finanziamenti Pmi, garantiti dallo Stato. La decisione molto attesa...
Economia

Credito. Associazioni produttive: priorità ineludibili, accesso al denaro e debiti da rinegoziare

Francesco Gentile
Credito alle imprese, più coperture finanziarie, rinegoziazione dei debiti, l’allungamento di “almeno 10 anni” dei piani di rimborso garantiti dallo Stato. In cima alle priorità resta, tuttavia, l’accesso al denaro per le imprese. Senza questa possibilità l’economia del Paese non vedrà la possibilità di crescere. Sono i contenuti di un documento firmato da tutte le Associazioni produttive, uno sforzo di...
Economia

Proposta al Governo: cancellare i debiti della popolazione povera

Giampiero Catone
Sui debiti di famiglie e imprese si faccia una operazione verità. Dei 955 miliardi inesigibili dall’Agenzia delle entrate i piccoli morosi sono una quota marginale e non hanno colpa del disastro, ma sono condannati alla emarginazione finanziaria. I conti del fisco e della Centrale rischi finanziari sono tristemente chiari e dimostrano nella loro crudezza che invertire le rotta è impossibile...
Attualità

Centro studi Confindustria: fine crisi nel 2022. Imprese in difficoltà, più debiti e disoccupazione

Giulia Catone
L’Italia in risalita dalla voragine ma l’esito è incerto. È la valutazione del Centro studi di Confindustria che prevede un graduale recupero del Pil, concentrato nella seconda metà di quest’anno, arrivando al +4,1% nel 2021 e al +4,2% nel 2022. Il tutto naturalmente condizionato dal ritmo della campagna vaccinale e dalla decrescita dei contagi. Solo tra oltre un anno, meglio...
Economia

Povertà e debiti. Basta condannare imprese e famiglie all’emarginazione. Troppe le vittime di sistemi finanziari iniqui, di burocrazie fiscali sanzionatorie, di chiusura del credito

Giampiero Catone
I partiti ritornino alla realtà. Si realizzino le riforme concrete della Crif, del fisco, di aiuti a chi ha bisogno di fondi per ripartire. Il tempo stringe, la voragine di ingiustizie e indigenze aumenta. Se anche Confindustria con il suo presidente Bonomi lancia l’allarme povertà e disoccupazione. Se anche l’Istat e le associazioni, per citarne alcune, come: Confcommercio, Confesercenti, Confagricoltura...