domenica, 14 Aprile, 2024

Giulio Andreotti

Società

Italia nel Mar Rosso, sicurezza e diplomazia. Governo, impegno per creare condizioni di pace

Giampiero Catone
I venti di guerra, le tensioni dell’incertezza geo politica, l’incalzare di fatti drammatici come la morte Aleksei Navalny, oppositore di Putin, ci dicono che il mondo sta cambiando e non in meglio. I pericoli sono quelli di una escalation dei confitti che rischiano di coinvolgere l’Europa che dopo 80 anni di pace dovrà fare i conti con minacciosi e inaspettati...
Società

La concretezza di Andreotti vista da vicino

Giorgio Girelli*
“Nella vita politica mi sono sempre ispirato alla difesa dei più deboli, nutrendo una personale allergia per ogni forma demagogica”. Parole di Giulio Andreotti, di cui ricorrono i dieci anni dalla scomparsa, che sintetizzano il senso della sua lunga esperienza di parlamentare e di statista. Sette volte premier e ventisette ministro. E non a caso “Concretezza” era la rivista da...
Politica

Il governo “futurista” di Meloni. Per non tirare a campare

Giuseppe Mazzei
Cosa ha in comune Giorgia Meloni con Giulio Andreotti? Il segno zodiacale del Capricorno: lei è nata il 15 di gennaio, lui nacque il 14. Ma la tempra è diversa. Andreotti, il 17 febbraio del 1991, quando guidava il suo ultimo Governo, rispondendo a Ciriaco De Mita che voleva le elezioni anticipate, sentenziò: “Meglio tirare a campare che tirare le...
Attualità

“Sogno un Libano senza conflitti interni. L’Italia ha bisogno di moderazione”

Vincenzo Speziali
Presidente Amine Gemayel, Lei è stato Presidente della Repubblica Libanese dal 1982 al 1988, durante la guerra civile che ha insanguinato il suo Paese ed è succeduto alla guida dello Stato a suo fratello Bashir, anch’egli Presidente della Repubblica Libanese e purtroppo brutalmente assassinato. Dopo la morte di suo fratello, suo figlio Pierre, deputato e ministro, anche lui è stato...
Attualità

Da Fondazione De Gasperi il podcast sui protagonisti della I Repubblica

Redazione
Lo “shopping immaginario” in via Cola di Rienzo, a Roma, di Alcide De Gasperi insieme alla moglie Francesca Romana che, nonostante gli anni della guerra e la difficile situazione economica in cui si trovavano, si divertivano a guardare le vetrine facendo finta di avere i soldi per comprare tutto quello che desideravano, raccontato dalla figlia Maria Romana De Gasperi. I pranzi “scoppiettanti” in...
Cultura

Libri, un Giulio Andreotti inedito quello che ci racconta Mario Nanni in “Parlamento Sotterraneo”

Lucrezia Cutrufo
Come e quando Andreotti capì di avere un avvenire di battutista.  Dal 12 novembre in tutte le librerie. Giovane universitario, il ‘’divo Giulio’’ un giorno in autobus subì una tremenda pestata da un uomo anziano che gli era passato accanto. ‘’ Mi scusi giovanotto, ma sono un invalido di guerra’’. La replica Andreotti fu immediata:’’ Io la scuso, signore, perché...
Politica

La Discussione: Auguri Italia con più lavoro, più bebè e anziani meno soli. Dal 1960 di Fanfani al 2020 Conte. Lezione sul coraggio di progettare politiche concrete

Giampiero Catone
“Le convergenze parallele”. Era il 1960, quando dal genio politico di Aldo Moro fu coniato questo ossimoro, (che nella sua espressione originale era “convergenze democratiche”) che univa attorno alla Dc altre forze politiche e nel contempo le teneva distanti. Era il governo monocolore della Democrazia Cristiana che vedeva tra i suoi ministri più prestigiosi: Giulio Andreotti, Fiorentino Sullo, Emilio Zaccagnini;...