sabato, 15 Giugno, 2024

tessile

Ambiente

Rapporto AEA: per la fast fashion l’ambiente non va di moda

Cristina Calzecchi Onesti
Nel 2020 il consumo medio di prodotti tessili pro-capite nell’area Ue ha assorbito 400 mq di terreno, 9 m cubi di acqua, 391 kg di materie prime, provocando una impronta carbonica di 270 kg annui a persona. Sono i dati pubblicati quest’anno dall’Agenzia europea dell’Ambiente (AEA), di diretta derivazione della cosiddetta “moda veloce”, la tendenza cioè a comprare una quantità...
Agroalimentare

Agroalimentare e Tessile: Progetto TrackIT blockchain

Valerio Servillo
Le rilevazioni OCSE (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico) su contraffazione e pirateria svelano che il commercio mondiale delle merci italiane contraffatte si attesta intorno ai 32 miliardi di euro, di cui il 30% circa è costituito dai settori agroalimentare, tessile e in particolar modo abbigliamento. A tal proposito, l’Agenzia per l’internazionalizzazione e la promozione delle imprese italiane...
Ambiente

Slow Fiber per un settore tessile più etico e sostenibile

Cristina Calzecchi Onesti
Nato come costola dell’associazione Slow Food, che da anni è impegnata a promuovere un cibo buono, pulito e giusto per tutti, Slow Fiber propone lo stesso percorso e gli stessi valori nell’ambito del abbigliamento e dell’arredamento, per rilanciare la bellezza abbinata all’etica, divulgando la conoscenza dell’impatto che i prodotti tessili hanno sull’ambiente, sui lavoratori della filiera e sulla salute dei...
Ambiente

L’Italia anticipa obbligo raccolta differenziata del tessile

Cristina Calzecchi Onesti
Vestiti usati, tende e copridivano, scampoli di stoffa non utilizzati, sono i nostri prodotti tessili dismessi che potrebbero rappresentare una importante risorsa nel processo di transizione ecologica se debitamente fatti rivivere. L’ultimo rapporto McKinsey, “Scaling textile recycling in Europe – turning waste into value”, rivela che oggi in Europa vengono generati da ogni singola persona più di 15 chilogrammi di...
Lavoro

Tessile e abbigliamento, fine del blocco dei licenziamenti. Le imprese possono tornare a licenziare

Paolo Fruncillo
Fine del blocco dei licenziamenti per alcuni settori in difficoltà a cui erano stati concessi maggior tempo e aiuti. Da oggi le maestranze delle imprese di tessile, l’abbigliamento e pelletteria, che avevano goduto di un prolungato sostegno della cassa integrazione torneranno senza benefici, o in parte con aiuti che, tuttavia, finiranno a fine dicembre. Ora le imprese possono tornare a...
Economia

Moda e tessile, contributi a fondo perduto. Confartigianato: impegni rispettati

Angelica Bianco
Buone notizie per le imprese della moda. In arrivo i contributi a fondo perduto previsti dal Decreto Rilancio del 2020. L’integrazione dei codici Ateco (rispetto alla lista di 38 voci definita lo scorso dicembre) è l’atto che sblocca gli incentivi. I fondi sono previsti nel nuovo decreto ministeriale firmato dal Ministro per lo Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti e con il...
Attualità

ISTAT, chiusura 2020 in calo per produzione industriale tessile e farmaceutica

Redazione
In calo a dicembre la produzione industriale. Secondo i dati Istat, l’indice destagionalizzato è diminuito dello 0,2% rispetto a novembre. Nella media del quarto trimestre la flessione è dello 0,8% rispetto al trimestre precedente. L’indice destagionalizzato mensile mostra un aumento congiunturale sostenuto per l’energia (+1,8%) e un più modesto incremento per i beni intermedi (+1,0%), mentre diminuzioni contraddistinguono i beni...