lunedì, 4 Luglio, 2022

Tunisia

Attualità

76 migranti dispersi in mare. Centro Astalli: inaccettabile omissione di soccorso

Redazione
Il Centro Astalli apprende con profondo dolore del naufragio nel Mediterraneo, al largo della Tunisia, di un’imbarcazione con a bordo circa 100 migranti partiti dalla Libia. L’Oim riferisce di 76 persone disperse. Secondo i soccorritori le autorità non hanno risposto alla richiesta di aiuto del natante in difficoltà. Nessuna notizia da Tunisia, Malta e Italia. P. Camillo Ripamonti, presidente Centro...
Attualità

Tunisia e Unesco, cooperazione per banchi Esquerquis “Skerki”

Redazione
La Tunisia ha ospitato il 5 maggio il primo di due incontri scientifici e tecnici sul patrimonio sottomarino, organizzati sotto l’egida dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO). L’evento è organizzato da parte tunisina dal Ministero dei Beni Culturali, in collaborazione con l’Istituto Nazionale per i Beni e le Attività Culturali (INP) e l’Agenzia per...
Economia

Fmi esclude Tunisia dal rapporto sull’economie mondiali

Gianmarco Catone
Di fronte a una grave crisi economica che sta colpendo diverse grandi economie, come Francia, Germania, Italia e Regno Unito, il Fondo Monetario Internazionale (FMI) ha reso pubblico il rapporto sulle prospettive future dell’economia mondiale (2023-2027), esclusa la Tunisia non essendo pienamente convinto della bontà delle riforme programmate. Questa “omissione” arriva in un momento in cui la Tunisia è attraversata...
Energia

Gas: dall’Algeria 34 miliardi di metri cubi l’anno alla Ue

Emanuela Antonacci
Un aumento della quantità del gas algerino trasportato verso l’Italia e in altri Paesi d’ Europa, per un totale di esportazioni pari a una cifra di 34 miliardi di metri cubi l’anno, potrebbe contribuire a contenere i rischi della crisi energetica a causa del conflitto in Ucraina. Questo aumenterà la quota della Tunisia nelle royalty totali sul gas algerino, che...
Attualità

L’Italia cerca gas. Bonomi: riscrivere il Pnrr

Maurizio Piccinino
La crisi energetica cui va incontro l’Italia assumerà un rilievo drammatico. Questo lo scenario tratteggiato dagli analisti economici, che sottolineano come la necessità di energia sarà sempre più stringente, costosa e, soprattutto impossibile da mitigare in tempi brevi. Nel contempo pur volendo decide da domani una svolta producendo dai giacimenti nazionali, serviranno anni prima che sia reale una alternativa pratica...
Esteri

Tunisia: rischio paese per forti pressioni sociali e internazionali

Lorenzo Romeo
La Compagnia francese di assicurazione per il commercio estero (COFACE), esperta in assicurazione del credito internazionale, ha aggiornato, di recente, la propria valutazione del rischio TUNISIA per l’anno in corso. Nel complesso, COFACE rileva incertezze sfaccettate, tra cui una ripresa limitata e una forte pressione da parte dei movimenti sociali interni e del Fondo monetario internazionale (FMI), da cui dipende...
Esteri

Aumento spesa sussidi per Tunisia, Algeria e Marocco

Romeo De Angelis
L’aumento dei prezzi internazionali delle materie prime ha generato un aumento della spesa per sussidi in Tunisia, Algeria e Marocco. Questi paesi sono chiamati a sostenere la loro agricoltura locale, in particolare la coltivazione dei cereali, per non rimanere in balia della volatilità dei prezzi su scala globale e per ripristinare la loro sovranità alimentare. Lo raccomanda l’Osservatorio tunisino dell’Economia...
In primo piano

Celebrati i 40 anni di presenza di Handicap International nel Maghreb

Francesco Gentile
Di fronte alle ingiustizie vissute dalle persone con disabilità e dalle popolazioni vulnerabili, e aspirando a un mondo unito e inclusivo che cancellerebbe tutte le differenze, l’organizzazione Handicap International (HI) lavora da quasi 40 anni per soddisfare i loro bisogni primari e migliorare le loro condizioni di vita. e promuovere il rispetto dei loro diritti e della loro dignità. In...
Il Cittadino

La via legale al “metodo Riace”

Tommaso Marvasi
In questi ultimi giorni c’è stato un incremento fortissimo dell’arrivo di emigranti dalle coste africane e dell’Asia Minore. Fenomeno che oltre l’isola di Lampedusa, naturale punto di approdo dalla Libia e dalla Tunisia, ha particolarmente interessato la costa Jonica della Calabria. Costa che già avevo visto qualche millennio addietro altri importanti sbarchi che l’avevano trasformata, per una non breve stagione,...
Società

Cambiano le rotte migratorie. Nuovi corridoi umanitari

Giulia Catone
Da maggio scorso sono sbarcate in Italia circa 12.000 persone, in maggioranza partite da Libia e Tunisia, 6.000 solo a luglio. Le nazionalità sono le più varie, africani ma anche asiatici, una conferma che le rotte migratorie cambiano. Ma gli sbarchi fortunosi via mare, in balia di trafficanti senza scrupoli, non possono continuare a rappresentare l’unica via di accesso all’Europa. Al...