giovedì, 29 Febbraio, 2024

Ugo La Malfa

Politica

Divorzio Renzi-Calenda? Brindano Schlein e Tajani

Giuseppe Mazzei
Né Renzi né Calenda raggiungono il 4% dei voti, soglia di sbarramento per le prossime elezioni europee. Eppure si separano. Sono personaggi decisamente ardimentosi. Né Renzi né Calenda hanno la stoffa di Ugo La Malfa. Eppure sia Renzi che Calenda pensano di poter manovrare, da separati, gli equilibri della politica italiana. Il leader del Partito Repubblicano, nella prima Repubblica, con...
Politica

La lezione di De Gasperi 

Cristina Calzecchi Onesti
Per molti aspetti l’attuale situazione italiana, a cominciare dagli effetti sull’economia della pandemia e della guerra, l’inflazione e i salari bassi e, infine, la dipendenza dal gas russo, può in parte ricordare le condizioni dell’Italia postbellica. In quel momento quattro decisioni importanti di ispirazione Degasperiana furono prese che permisero al Paese non solo di rialzarsi, ma di assistere più tardi...
Politica

La lezione di La Malfa e il sentiero impervio del Terzo Polo di Calenda

Giuseppe Mazzei
Giuliano Ferrara, da par suo, consiglia a Calenda di ridimensionarsi, di rinunciare alla costruzione di un ampio Terzo Polo e di seguire l’esempio di Ugo La Malfa che, con il 3% dei voti, giocò un ruolo da protagonista nei governi di centrosinistra e di solidarietà nazionale. Insomma, per contare di più meglio essere di meno ma avere idee forti e...
Politica

Draghi, Ugo La Malfa non-governo e riforme serie

Giuseppe Mazzei
I prossimi due mesi saranno cruciali per l’approvazione della Legge di Bilancio, il completamento di varie riforme e il rispetto degli impegni presi per il Pnrr. E Draghi lancia un monito: “Al non-governo va contrapposto il coraggio delle riforme economiche e sociali” Il non-governo è galleggiare sui problemi, rimandarne la soluzione, far finta di affrontarli con misure inefficaci, poco incisive,...
Il Cittadino

Renzi e l’illusione lamalfiana

Tommaso Marvasi
Mi piaceva moltissimo il sistema elettorale proporzionale. Lo ritenevo molto adatto alla cultura italiana ed alle differenti ideologie del pensiero nostrano che contemplavano, tra il bianco e il nero (la scelta con cui sintetizzavo il “rozzo” sistema maggioritario americano) una infinità di sfumature di grigio: Sfumature che trovavano tutte rappresentanza nella nostra generosa democrazia. Così, con grande orgoglio, esibivo già...