giovedì, 30 Maggio, 2024

Ndrangheta

Società

Giirl: in cinque anni arrestati 7 latitanti alta pericolosità e 48 pericolosi

Paolo Fruncillo
Dal 2019 al 2023 sono stati assicurati alla giustizia 7 latitanti di massima pericolosità e 48 pericolosi. È uno tra i molti dati che emergono dal report aggiornato dalla Direzione centrale della Polizia Criminale alla quale fa capo il Gruppo integrato interforze per la ricerca dei latitanti (Giirl). L’organismo ha il compito di raccogliere, analizzare e sintetizzare le informazioni sul...
Regioni

Crotonese, abbattuto un ecomostro edificato dalla malavita: “La Calabria distrugge ciò che la ‘ndrangheta costruisce abusivamente”

Lorenzo Romeo
In una giornata importante per la Calabria, il Palazzo Mangeruca, simbolo del degrado urbano e del potere criminale della ‘ndrangheta, è stato abbattuto attraverso una demolizione controllata. L’edificio, un ex mobilifico, era situato a Torre Melissa, nel Comune di Melissa, in provincia di Crotone, e occupava una posizione prominente sulla statale 106. Con una superficie di 6000 mq e 6...
Regioni

Tg1 e orgoglio calabrese

Tommaso Marvasi
Il TG1 delle ore 20 di domenica primo ottobre ha mandato in onda un servizio che ha destato molto scalpore in Calabria. Si trattava di un reportage che voleva illustrare l’attività, importantissima e di cui dobbiamo essere tutti grati, svolta dai Carabinieri in zone particolarmente complicate. Il servizio, senza titolo, è stato presentato dal conduttore del telegiornale con queste parole: «…stazioni di frontiera...
Attualità

La Dia: mafie digitali, sempre più infiltrate, tra dark web e metaverso

Antonio Gesualdi
Solo nella scorsa settimana la Dia ha sequestrato beni per milioni di euro e denunciato mafiosi e ndranghetisti tra Salerno, Ancona, Foggia e Reggio Emilia. Segno dell’evoluzione delle mafie è proprio il sequestro di beni e le interdittive, che aumentano ogni anno. E’ finita l’epoca della coppola e della lupara; oggi le mafie infiltrano i settori produttivi approfittando di ingenti...
Il Cittadino

Il Ponte sullo Stretto

Tommaso Marvasi
Tranquilli: non ho opinioni personali da esprimere sul Ponte sullo Stretto. Non sono né pro, né contro. Sono favorevole come lo sono sempre e comunque per qualsiasi novità: sono le cose nuove che evolvono e cambiano la vita. Lo status quo, lo stare immobili, è morte, di per sé, il nemico di qualsiasi progresso. Se c’è una strada che non conosco...
Il Cittadino

Il reato di parentela

Tommaso Marvasi
“Il Dubbio” di mercoledì 3 maggio scorso, con un documentato articolo di Enrico Novi, dà notizia di una sentenza della Cassazione penale, 11 aprile 2023, n. 15156, con cui veniva sconfessata «l’equazione tra rapporto familiare e comunanza degli interessi economici, in assenza di indicatori di conferma»: un teorema, insomma, «meramente congetturale» che necessita, invece, di una concreta verifica e della prova inoppugnabile della diretta...
Società

Mafie ed eversioni

Ranieri Razzante*
Gli arresti, partiti da un’inchiesta della DDA di Reggio Calabria ed eseguiti, in Italia, dal nostro infaticabile Reparto Operativo speciale dei Carabinieri, ci consegnano ancora una serie nutrita di boss (e loro serventi) della ndrangheta calabrese. Arresti (oltre 100) e indagini perfezionatesi con la collaborazione delle Polizie degli Stati interessati, di Europol ed Eurojust. Un’altra vittoria contro le mafie internazionali (la ‘ndrangheta ne costituisce uno degli esempi più...
Il Cittadino

L’epoca dei sequestri di persona

Tommaso Marvasi
Fa veramente uno strano effetto commentare un libro che racconta una storia che si conosce benissimo e che ci ha coinvolti emotivamente nel momento stesso in cui accadeva. Protagonista Tobia Materazzi, giovane, brillante e simpatico amico sidernese, figlio di imprenditori di origine campana trasferitisi a Siderno praticamente con la ferrovia jonica all’inizio del Novecento. Abbiamo condiviso con lui il periodo...
Regioni

Calabria: Piantedosi firma protocollo per migliorare gestione dei Beni confiscati

Lorenzo Romeo
Migliorare la gestione e fruizione dei beni confiscati alla ‘ndrangheta per garantire più rapidità a livello burocratico. È quanto prevede il protocollo d’intesa firmato dal ministro dell’Interno Matteo Piantedosi, dalla Regione Calabria e dall’Agenzia nazionale per i beni confiscati, nella sede della Prefettura di Catanzaro   “Il protocollo ha una componente di solennizzazione di una collaborazione istituzionale che già esisteva....
Società

Le mafie sono “social”, i malavitosi diventano “influencer”

Redazione
I nuovi rampolli del crimine organizzato utilizzano i social e le crypto valute per continuare a muoversi liberamente sul territorio nazionale e non solo. Nell’epoca dei social media e delle piattaforme virali, anche la criminalità si è evoluta adeguando la modalità di diffusione dei propri messaggi. Le mafie hanno intuito che i social media rappresentano una perfetta vetrina per le...