martedì, 26 Ottobre, 2021

mafia

Attualità

Mafia, sequestrati beni per 500 mila euro a imprenditore di Palermo

Francesco Gentile
I Carabinieri di Palermo hanno sequestrato beni per un valore complessivo di circa 500 mila euro. Il provvedimento è stato emesso dal Tribunale di Palermo – Sezione Misure di Prevenzione, che ha accolto la richiesta della locale Procura della Repubblica. Il sequestro è a carico di Francesco Di Marco, 37 anni, condannato in primo e secondo grado a 6 anni...
Società

Legalità: Giannini “Cooperazione internazionale in lotta contro mafia”

Paolo Fruncillo
“E’ emersa l’importanza di una strategia comune di lotta alla Mafia, di una condivisione dell’informazione, che e’ il necessario strumento per garantire un sistema efficace di prevenzione e di contrasto del sistema mafioso. Tutto questo deve avvenire in un contesto di strettissima cooperazione internazionale, e’ questo l’approccio vincente per un paese che affronta minacce di vario genere”. Lo ha detto...
Attualità

Mattarella “Con Dalla Chiesa salto di qualità nella lotta alla mafia”

Angelica Bianco
“A trentanove anni dal tragico agguato del 3 settembre 1982 a Palermo, rendo commosso omaggio al ricordo del Prefetto Carlo Alberto Dalla Chiesa, della signora Emanuela Setti Carraro e dell’agente Domenico Russo, vittime della ferocia mafiosa”. Cosi’, in una dichiarazione, il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. “La loro barbara uccisione – aggiunge – rappresentò uno dei momenti più gravi dell’attacco...
Attualità

Mafia, Dia confisca beni per 2,5 milioni a imprenditore gelese

Paolo Fruncillo
La Direzione Investigativa Antimafia ha eseguito un provvedimento di confisca di beni emesso dal Tribunale di Caltanissetta nei confronti di un imprenditore ritenuto “contiguo” al noto “clan Rinzivillo” facente capo a “Cosa Nostra” di Gela. Il suo spessore criminale era stato evidenziato nel corso delle indagini dell’operazione “Extra fines-Druso”, che nell’ottobre del 2017 culminarono col suo arresto per estorsione, aggravata...
Attualità

Giustizia, Bonafede “Grazie a noi blindati i processi di mafia”

Francesco Gentile
“Continuo ad avere la ferma convinzione che dopo la sentenza di primo grado ci debba essere la certezza che arriverà la risposta di giustizia. È evidente a tutti che in questa maggioranza ci sono tante altre forze politiche che combattono contro questo principio. E che vorrebbero riempire di tagliole l’intero percorso della giustizia…”. Lo dice, in una intervista a Repubblica,...
Società

Col Procuratore antimafia De Raho per una cultura della vita

Nicolò Mannino
Credere nei giovani, incoraggiarli ad essere “Ambasciatori ” di una autentica cultura della vita, proporre loro un linguaggio di bellezza e di riscatto e unire gli ideali per” sostituire-come amava ripetere Paolo Borsellino- al puzzo del compromesso il fresco profumo di libertà”. È con questa certezza che l’abbraccio virtuale ma sentito ci ha visti condividere ogni parola con il Procuratore Nazionale...
Attualità

Mafia: Grasso, “Con Brusca lo Stato ha vinto non una ma tre volte”

Angelica Bianco
“Non c’è alcuna forma di buonismo o perdono da parte mia nei confronti di Giovanni Brusca: oltre a tutto ciò che sapete, agli omicidi e alle stragi in cui ho perso colleghi e amici, avrei anche motivi strettamente personali per serbare rancore”. Lo ha detto, su Facebook, il senatore e ex procuratore nazionale antimafia Pietro Grasso. “Lui e altri collaboratori...
Società

“Mafiosi pentitevi, recuperate dignità” l’appello di mons Franco Moscone

Nicolò Mannino
Monsignor Franco Moscone, Arcivescovo di Manfredonia, Vieste, san Giovanni Rotondo non usa giri di parole, non ama la retorica e tanto meno le cose non le manda a dire. Un grande “Uomo” , uno di quelli che ha udito una “Vocazione” e con semplicità di cuore (grazie a una famiglia ricca di umiltà, sacrifici e tanta fede) ha risposto con...
Società

Ventinove anni fa la strage di Capaci

Redazione
Il 23 maggio di 29 anni fa la mafia uccideva il giudice Giovanni Falcone. Nel tratto dell’autostrada A29 da Punta Raisi a Palermo, alle 17.58, oltre quattrocento chili di tritolo fanno esplodere la Fiat Croma con a bordo il magistrato. Oltre a Falcone nell’attentato muoiono la moglie Francesca Morvillo e gli uomini della scorta Rocco Di Cillo, Vito Schifani, Antonio...