venerdì, 25 Giugno, 2021

olocausto

Società

Leone d’oro alla carriera a Benigni. Zaia, “Un percorso artistico indiscutibile dagli esordi alla riflessione cinematografica sulla tragedia dell’olocausto”

Barbara Braghin
VENEZIA – “Una carriera che si è dipanata dall’intrattenimento televisivo e radiofonico di innovazione e sviluppatasi attraverso il cabaret, il teatro, la divulgazione della cultura classica fino alla realizzazione come regista di una riflessione cinematografica sulla tragedia dell’Olocausto, un’opera fuori dagli schemi, raccontata attraverso gli occhi di un bambino, che ha conquistato ben tre premi Oscar. È una carriera indiscutibile...
Società

La memoria dell’olocausto accenda i nostri cuori

Nicolò Mannino
La data del 27 gennaio fa sempre male: fa ricordare l’atrocità disumana che vede l’essere umano (scusate se non scrivo “uomo” perché mi sembra che sia n’altra cosa) rivelarsi carnefice e diabolicamente predisposto a uccidere l’Uomo espressione di Amore e di Bellezza del Dio creatore. I forni crematoi puzzano ancora di vendetta e fanno comprendere a tutti gli uomini e...