martedì, 22 Giugno, 2021

DAD

Società

Nuova occupazione nelle scuole superiori milanesi

Redazione
Dopo quelle degli scorsi giorni, questa mattina sono stati gli studenti del liceo classico Parini di via Goito a entrare negli spazi scolastici e a occupare il cortile. Sulla pagina Instagram del Collettivo Rebelde, scrivono che “Oggi, noi studenti e studentesse del Parini abbiamo deciso di rientrare a scuola, perché sono ormai troppe le volte in cui le istituzioni ci...
Società

Scuola, “No alla DAD” studenti in presidio davanti al Miur

Redazione
Prima si sono ritrovati davanti alle loro scuole, poi si sono riuniti tutti insieme sotto al ministero dell’Istruzione per far sentire, ancora una volta, la loro voce. Gli studenti romani degli istituti di scuola secondaria, così come quelli di tutta Italia, questa mattina sono tornati a protestare e a chiedere di essere ascoltati e di tornare a fare lezione in...
Attualità

Scuola, una Guida per destreggiarsi tra digitalizzazione e relazione umana

Rosaria Vincelli
L’istruzione continua a incassare colpi a causa dei numeri della pandemia. Tra tira e molla, ormai da marzo la scuola manda avanti i percorsi formativi grazie alla didattica a distanza.  All’inizio salutata con un po’ di scetticismo, la Dad è poi diventata un salvagente per docenti, educatori, studenti e famiglie. In questi mesi molto è stato fatto per migliorarne l’utilizzo...
Attualità

Scuola 4.0. Una nuova sfida

Redazione
Uno dei dubbi amletici più ricorrenti dall’inizio della pandemia ha riguardato la scuola: scuole aperte o chiuse? Didattica in presenza o a distanza? Su una cosa però si registra un accordo pressoché generale, ed è la convinzione che senza attrezzature tecnologiche, infrastrutture fruibili e competenze adeguate, la didattica a distanza crei diseguaglianze e vada nella direzione opposta rispetto all’esigenza dell’inclusione...
Società

Donazzan (Regione Veneto): Censis certifica Flop DAD

Barbara Braghin
“Lo avevamo detto fin da subito che la didattica a distanza avrebbe acuito le distanze, in particolare per gli studenti più fragili, a cui il Governo non ha mai pensato come, ad esempio, i disabili e i bambini con certificazione. La scuola oggi in Italia è governata in maniera distante e sta facendo gli stessi danni della didattica a distanza”....