venerdì, 25 Giugno, 2021
Attualità

Sciopero a Montecitorio contro la Dad

Pc chiusi, studenti e professori tornano in piazza per chiedere la riapertura delle scuole. A Roma insegnanti, alunni e genitori si sono dati appuntamento a piazza Montecitorio, luogo simbolo della politica. Lo sciopero di oggi rappresenta una “tappa per un piano popolare di riapertura delle scuole”, dicono i professori che hanno incrociato le braccia. Anche gli alunni sono stanchi di seguire le lezioni in DAD: “Abbiamo bisogno di rientrare in classe, di riprendere le nostre attivita’ in sicurezza, almeno fino alla fine dell’anno scolastico”.

Tutti d’accordo nel chiedere al Governo e al Parlamento piu’ attenzione alla scuola: “Si e’ scelto di ricorrere nuovamente alla didattica a distanza invece di investire nell’istruzione pubblica – dicono dalla piazza -. Studenti, insegnanti e genitori sono duramente colpiti da questo ennesimo stop”.

Una professoressa ricorda che “nell’ultimo anno chi ha deciso e spinto per una riapertura delle scuole sono stati proprio i comitati formati da genitori, docenti ed alunni, con iniziative messe in campo dal basso, con le mobilitazioni come quella di oggi, e incalzando le istituzioni”.

I manifestanti infatti, nel corso del sit-in, hanno ricordato tutte le iniziative promosse in questo anno scolastico cosi’ strano: “Abbiamo svolto lezioni in presenza, occupando gli istituti, mappando le strutture da usare per dividere le classi-pollaio, facendo tamponi di screening dimostrando cosi’ che se ci si organizza si puo’ riaprire la scuola in sicurezza, noi ci siamo le istituzioni sembra di no”.

Sponsor

Articoli correlati

Sciopero nelle scuole, patto tra Sindacati e Ministero su informazioni alle famiglie e tutele di studenti e alunni

Angelica Bianco

Anno scolastico. Gissi (Cisl): troppi ritardi, una scuola su quattro non inizierà le lezioni

Gianluca Migliozzi

Tutti a scuola. Sindacati: 107 mila posti da coprire, basta precariato

Giulia Catone

Lascia un commento