domenica, 14 Aprile, 2024

ascolto

Il silenzio delle parole

Dell’Ascolto – 3. Il gioco e la regola

Maurizio Merlo
Così L. Wittgenstein, uno dei miei autori preferiti in materia di filosofia del linguaggio, introduce la riflessione sul tema “la regola”, un esempio di gioco che mette subito a fuoco il fatto che quando parliamo di regole, ci riferiamo a scenari sempre mutevoli nel tempo. La materia si presterebbe a molta cultura e ad una discussione a tante voci tutt’altro...
Società

La Gloria che si fa sentire

Lucrezia Cutrufo
Cos’è la “gloria”? La radice indoeuropea della parola “gloria” è klu, dal sanscrito çru, poi con aggiunta del suffisso –ria, dal sanscrito –sya, ed ha il senso originario di udire, farsi udire, anche risuonare. E’ la stessa radice di ascolto, orecchio, udito. La gloria divina nel cristianesimo è intesa, traducendo l’ebraico shekinah, come presenza chiara, luminosa, che prende dimora, si stabilisce, abita. In sintesi, la shekinah è connessa con la gloria, che è il farsi sentire...
Sanità

Medico-paziente: fiducia e ascolto

Lucrezia Cutrufo
La relazione Medico-Paziente è il cardine della terapia. Se questa relazione è fondata sulla, scambievole, fiducia e su un leale rapporto interpersonale, la terapia che verrà attuata sarà conforme con le reali necessità fisiopatologiche del Paziente. Infatti, il primo contatto con il Paziente è l’ascolto. Ciò crea la relazione di fiducia che costituisce l’elemento essenziale per l’inizio di qualsiasi relazione...