sabato, 20 Aprile, 2024

rieducazione

Società

I nodi della questione carceraria

Domenico Turano
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato. Così dispone l’articolo 27 della Costituzione. La rieducazione del condannato costituisce il grande impegno dello Stato, con enorme impiego di strutture e organismi di supporto. Non si può rinnegare, però, che la questione carceraria non sia stata sempre presente nell’agenda politica...
Il Cittadino

Carceri, rieducazione negata e suicidi

Tommaso Marvasi
Il sistema costituzionale e penale, l’intero nostro ordinamento, nega allo Stato il diritto di vita e di morte sui cittadini: la pena di morte è una barbarie ammessa per lo più soltanto in regimi totalitari e residualmente in qualche democrazia (tra queste alcuni Stati degli USA). Contro gli autori accertati giudizialmente di reati è prevista la “detenzione” (non propriamente il...
Società

Lo sport come strumento di rieducazione per i detenuti

Romeo De Angelis
“Rieducare lo sport come strumento di dialogo” è stato il tema del convegno che si è svolto a Roma per porre l’attenzione sulla funzione fortemente rieducativa delle attività sportive in carcere. L’occasione ha visto la firma della convenzione tra Sport e Salute e la Fondazione “Nicola Irti”. Erano presenti Vito Cozzoli, presidente e ad di Sport e Salute e Natalino...