lunedì, 17 Giugno, 2024

mente

Considerazioni inattuali

Lo spirito carnale

Maria Sole Sanasi d'Arpe
“Lo stesso sole che apre i cieli/è un mito brillante e muto” scrisse Pessoa “…Il corpo morto di Dio/vivente e nudo”. E per me sta tutta qua la congiunzione materiale e dicotomicamente spirituale tra vita e morte. Nel sole che apre il cielo e al contempo lo squarcia prorompente. Nel Dio morto che pure resta vivo, nella sua rappresentazione fisica del Sole. Allo stesso...
Considerazioni inattuali

Gli occhi dello specchio

Maria Sole Sanasi d'Arpe
“Occhi – e nient’altro. Occhi – e il resto a parte. Quest’altro resto era poco: praticamente niente” scriveva la Cvetaeva in Una serata non terrestre; riportandomi nella loro irrealtà: nel mondo immaginifico che risiede negli occhi. Non in tutti gli occhi, naturalmente. Ma ne esistono alcune paia di specie rara: io preferisco quelli grandi ed aperti verso gli altri e...
Considerazioni inattuali

La mente nel cuore della coscienza

Maria Sole Sanasi d'Arpe
Ho sempre confidato visceralmente nella coscienza – e non in quanto contrario dello spirito incosciente, inteso come ribelle e fuori dagli schemi, anzi; nemmeno nel suo significato in psicologia: espressione dello stato o dell’atto di essere consci in contrapposizione all’inconscio; neanche nell’accezione generica e sommaria di consapevolezza; bensì nel suo archetipo linguistico e filosofico: quando acquisendo un valore teoretico, assume...
Considerazioni inattuali

La scintilla della mente

Maria Sole Sanasi d'Arpe
Affacciata dagli spiragli di cielo tra i merli del castello Ruffo a Scilla, mi rivolgo accigliata dall’arbitrio del sole al mar Tirreno: quello che corre lungo lo stretto di Messina; è un mare denso, blu cobalto che mangia la terra: le coste calabresi di un mondo a parte, che è una scintilla vera e propria, da cui il nome rubato...