giovedì, 28 Ottobre, 2021

Gianluca Masi

Ambiente

“Divinacommedia”: nuova immagine dell’asteroide a VII secoli esatti dalla morte di Dante Alighieri

Redazione
Roma, 13 settembre 2021. Dopo averlo scoperto quasi 20 anni fa, la notte scorsa l’astrofisico Gianluca Masi ha di nuovo fotografato l’asteroide (65487) “Divinacommedia”, ora che formalmente si compiono i VII secoli dalla morte del Padre della lingua italiana (13-14 settembre 1321). Lo scorso giugno l’International Astronomical Union (IAU) aveva assegnato ufficialmente all’asteroide (65487) 2003 CD20 il nome “Divinacommedia”, su...
Emozioni dal Cielo

Le stelle cadenti di Agosto

Angelica Bianco
Il cielo di Agosto brilla per la meraviglia di quanti l’osservano. Prepariamo i desideri, ed iniziamo a sognare ad occhi aperti e col naso all’insù, la notte di San Lorenzo ci attende, ma nel frattempo qual è la stella più vicina?  Dista appena 17 anni luce – è Altair della costellazione È “l ’Aquila volante”, un astro luminoso e bianco che...
Attualità

La lezione del razzo cinese. Più rispetto per lo spazio

Angelica Bianco
INTERVISTA ESCLUSIVA DELL’ASTROFISICO PROF. GIANLUCA MASI  “Il razzo cinese non doveva entrare in orbita. Occorre rispetto per lo spazio e non si possono lasciare detriti incontrollati. Servono protocolli più rigidi. La Cina è la seconda volta che crea lo stesso problema” Gianluca Masi, astrofisico di fama mondiale, ha scoperto decine di asteroidi, ha co-scoperto tre pianeti extrasolari e l’importante ASASSN-15lh,...
Attualità

L’astrofisico Gianluca Masi: “Ho fotografato il razzo cinese. Rotola verso la Terra. Per ora impossibile stabilire dove cadrà”

Angelica Bianco
“Ho fotografato il razzo cinese. Rotola verso la Terra, lampeggia ogni due secondi e mezzo. Per ora impossibile stabilire dove cadrà. Impatto alle 5 di domenica, 6 ore prima o 6 ore dopo” Gianluca Masi, astrofisico di fama mondiale, ha scoperto decine di asteroidi, ha co-scoperto tre pianeti extrasolari e l’importante ASASSN-15lh, la supernova più luminosa mai scoperta nella storia....
Emozioni dal Cielo

Le stelle del mese di maggio

Angelica Bianco
Maggio, il mese Mariano delle rose e delle stelle. Con il sole pallido di primavera, sboccia l’ intera natura; inizia la seduzione dei colori floreali e le api ancora danzanti , aprono lo spettacolo del cielo notturno di Maggio. Chi desidera osservare astri, costellazioni e pianeti, ne avrà una grande emozione confermata anche dalla visione di una fantastica “Superluna”. Uno...
Emozioni dal Cielo

Masi: il Cielo di Aprile e i suoi protagonisti, “Grande Carro” e “Orsa Maggiore”. Lo spettacolo che accende la primavera

Angelica Bianco
Aprile, il mese in cui sboccia la primavera; il mese che prelude a molti frutti ed alle romantiche gite in campagna. Il sole da tiepido diviene  caldo, i tramonti sempre più belli e colorati;  ed il cielo notturno  nitido si lascia osservare con maggiore intensità e trasporto. La volta celeste di Aprile infatti è carica di segni, presagi, di astri...
Emozioni dal Cielo

Il Cielo di Marzo

Angelica Bianco
È l’esperienza più antica per ogni creatura umana, per ogni civiltà e sotto ogni cielo. Lo scrutare le stelle è una esperienza declinata in ogni sapere da quello delle élite scientifiche, fino alla scrittura popolare e magica. Costellazioni per discutere di astronomia, di arte, cultura, e di figure zodiacali. Il firmamento come riflesso divino dell’infinito. Le stelle sono un universo...
Società

Masi (Astrofisico): “Dopo 8 secoli, Giove e Saturno, ci mostrano il loro abbraccio tra le stelle”

Angelica Bianco
Attratto dal cielo fin dall’infanzia, l’astrofisico italiano Gianluca Masi si è laureato a pieni voti in fisica, indirizzo astrofisico, conseguendo successivamente il titolo di Dottore di Ricerca in Astronomia. Ha scoperto decine di asteroidi, ha co-scoperto tre pianeti extrasolari e l’importante ASASSN-15lh, la supernova più luminosa mai scoperta nella storia. Il servizio ADS della Nasa cita oltre 800 suoi contributi...
Società

Rischio asteroidi, nuovo allarme

Maurizio Piccinino
Questa volta ce la siamo cavata con un “saluto”. In Italia erano le 3:22 del mattino del 25 luglio quando la Terra ha rischiato di essere colpita da un asteroide che ha sorpreso tutti per il suo inatteso presentarsi nei paraggi del nostro pianeta: a soli 80 mila chilometri, ossia una distanza di sicurezza ma anche limite. Un bolide dubito...