giovedì, 26 Maggio, 2022
In punta di penna

Meno armi, più pace? Per gli aggressori…

Aristotele impazzirebbe di fronte al sillogismo fallace di certi sedicenti “pacifici”. Eccolo: “Più armi circolano più c’è guerra. L’Occidente dà più armi all’Ucraina. Dunque l’Occidente non vuole la pace“. Eh no perbacco!! sbotterebbe il filosofo di Stagira.

La conclusione è illegittima perché la seconda frase omette di dire che la Russia che ha provocato la guerra ha molte più armi dell’Ucraina. L’argomentazione va così riformulata.

Se  A-aggressore ha molte più armi di B-aggredito, è ovvio che A continuerà la guerra fino a quando non imporrà a B le proprie condizioni di pace. Se A e B avranno la possibilità di fronteggiarsi alla pari, la guerra non converrà a nessuno dei due e si farà la pace. Ci vuole molto a capirlo? Basta usare la logica. Che pare sia in vacanza… …Infatti in TV non si vede da tempo.

 

Sponsor

Articoli correlati

Minaccia continua e fuga da Mosca

Redazione

Guerra: 6 italiani su 10 temono per il proprio lavoro

Gianmarco Catone

Barbe finte e colbacchi all’Onu negli anni della Guerra Fredda

Calder Walton*

Lascia un commento