mercoledì, 29 Maggio, 2024
Politica

Il G20 dei sorrisi

Nella grande bellezza romana che domina è l’ora dell’ottimismo, della volontà di superare i conflitti, delle riappacificazioni: è un G20 davvero insolito, in cui trionfa uno spirito costruttivo che non si vedeva da tempo.

Biden che si scusa con Macron, Draghi che fa la pace con Erdogan, il leader turco che si riconcilia con Ursula von der Leyen, Johnson che getta acqua sul fuoco della guerra della pesca con la Francia, gli Stati Uniti e l’Europa che aprono ad una ripresa dei negoziati sul nucleare dell’Iràn. E Bolsonaro che indossa la mascherina… Una sequenza di bei gesti che preludono ad un miglioramento complessivo della cooperazione internazionale.

Non è solo il trionfo del multilateralismo, che si afferma dopo la visione esasperata dell’unilateralismo di Trump. I grandi della Terra riuniti a Roma rappresentano Paesi che producono l’80% della ricchezza mondiale e sembrano oggi più consapevoli che devono cambiare registro se tengono a cuore le sorti del mondo, anche della parte più debole che non fa parte del salotto buono. Da qui l’enfasi sulla cooperazione nella vaccinazione dei paesi poveri

Putin e Xi sono rimasti a casa per prudenza sanitaria. Peccato. Avrebbero tratto beneficio anche loro da quest’atmosfera di distensione internazionale. Non è il momento dei guerrafondai e dell’aggressività.

Grande successo per l’Italia e per l’impronta data da Mario Draghi basata sulla instancabile ricerca del consenso e non sull’esasperazione delle divergenze. L’approvazione definitiva della minimum tax segna una svolta importante per il prestigio di Biden che fa dimenticare l’uscita poco onorevole degli Usa dall’Afghanistan e ricolloca l’America al centro dello scacchiere internazionale come leader di un mondo libero e dialogante.

Rimangono aperti tanti problemi, in particolare gli ostacoli di India e Cina sul clima. Ma si continua a trattare e questa è la buona notizia.

Il mondo può essere migliore se le potenze capiscono di essere sulla stessa braca e smettono di litigare.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Salari, precariato e tutele. Temi sociali per Draghi

Maurizio Piccinino

Annuario Arpa, l’aria siciliana migliora e il mare è in buona salute

Redazione

Nucleare, Cingolani: “Se tecnologia è sicura folle non considerarla”

Angelica Bianco

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.