mercoledì, 1 Dicembre, 2021
Politica

“Verde è popolare” al centro di una politica rinnovata. Rotondi: idee e programmi concreti. L’attenzione di Berlusconi

Si tratta di un’offerta d’idee e programmi -spiega Gianfranco Rotondi– che è aperta a chiunque voglia accogliere questo messaggio di rinnovamento politico. E il primo a lanciare un segnale di attenzione è Silvio Berlusconi. Sotto l’abile regia delle domande di Anna La Rosa, il Cavaliere si lascia andare ad un’appassionata condivisione del messaggio emerso dal dibattito promosso dalla Discussione confermando di voler essere ancora una volta un protagonista della vita politica e istituzionale.

Berlusconi si sente ancora in campo e non si tira indietro se può essere utile al Paese. Il pensiero va dritto al Quirinale al quale Rotondi lo candida a nome di coloro che si sentono democristiani. La cura dell’ambiente non è un’esclusiva della sinistra e di nessun partito e non può essere tradotta ideologicamente come una forma di cultura antindustriale afferma Berlusconi ricordando il suo impegno di imprenditore, tanti anni fa, nella costruzione di quartieri rispettosi dell’ambiente.

Alle sollecitazioni di Anna La Rosa sul ruolo del centro nella politica italiana Berlusconi risponde rivendicando l’importanza del bipolarismo che egli intende difendere e ribadendo la sua tesi di sempre: il centro deve essere forte in un’alleanza di centro-destra. Un’affermazione impegnativa, visti gli attuali equlibri tra i partiti che si rifanno a quest’area. Ma Berlusconi non se ne fa un problema. La convergenza tra le tradizioni liberale, cattolica e riformista -afferma- è stata alla base della sua discesa in campo nel 1994, è stata l’ispiratrice dell’adesione di Forza Italia al PPE e rimane l’impegno per il futuro che si concretizzerà anche in una Università della libertà che presto ospiterà  un evento organizzato da Verde è Popolare.

La lunga intervista telefonica di Berlusconi è stata seguita da un caloroso saluto di Antonio Tajani che ha ricordato la necessità di dare all’industria e all’agricoltura il tempo giusto per poter realizzare la transizione ecologica senza creare problemi alla oro. Lavoro che deve essere il primo obiettivo della crescita per ridurre le diseguaglianze sociali -ha insistito Ubaldo Livolsi-. Il nuovo modo di essere verdi ha ribadito con grande entusiasmo Paola Balducci e quello disperato dire dei Si, di essere propositivi e  di non farsi limitare e dividere da steccati, etichette e barriere distacchi schieramenti. Anche perché, come  ha dimostrato in una dettagliata analisi Giampiero Catone, tutti i partiti avranno problemi nella riconferma dei loro attuali eletti dopo il taglio dei parlamentari e questo scenario offrirà grandi opportunità ad un soggetto nuovo capace di interpretare il  bisogno di partecipazione politica. Una partecipazione che non potrà essere più quella del passato secondo Vito Bonsignore. Da qui l’analisi e  la proposta di Gianfranco Rotondi. Ognuno vuol fare il centro ed  essere lui a guidarlo, ma così il centro non si fa mai afferma con chiarezza Rotondi e presenta Verde è Popolare come un’associazione di scopo che ha idee e programmi che propone alla politica. Tre sono i punti  principali del programma:

1) Rottamazione edilizia e ricostruzione di edifici giunti ormai alla fine della loro tenuta strutturale.

2) Eliminazione del Reddito di Cittadinanza e destinazione di quei fondi per l’assunzione di un milione di giovani riprendendo la legge 285 di Tina Anselmi

3) Una sorta di vitalizio di cittadinanza per assicurare una pensione che consenta una vita dignitosa a tutti

Si tratta di tre proposte concrete su cui Rotondi chiama la politica ad un confronto.

Verde è Popolare deve comunque essere pronta ad andare avanti, se necessario anche sola. Nel prossimo Parlamento si annunciano, dunque novità interessanti.

La Discussione seguirà sempre con autonomia, interesse e spirito critico costruttivo queste iniziative ed è lieta di aver offerto con il convegno organizzato a Saint Vincent un’occasione importante per il rinnovamento della politica italiana.

Sponsor

Articoli correlati

Rotondi: “Mi fido di Conte e Renzi”

Maurizio Piccinino

La Fiom compie 120. Re David: iniziative con delegati e lavoratori.

Paolo Fruncillo

“Obiettivo Terra”, via al concorso nazionale per tutela dell’ambiente e turismo

Paolo Fruncillo

Lascia un commento