sabato, 13 Luglio, 2024
Europa

Via libera da Commissione Ue per Romania, Croazia e Bulgaria in area Schengen

Il Consiglio europeo è stato invitato dalla Commissione Ue ad adottare, senza ulteriori indugi, le decisioni necessarie per consentire a Bulgaria, Romania e Croazia di partecipare pienamente all’area Schengen. In una comunicazione l’esecutivo Ue ha fatto il punto sui tre Stati rispetto all’applicazione delle norme Schengen, segnalando che hanno contribuito in modo significativo al buon funzionamento dello spazio europeo, anche durante il periodo della pandemia e, più recentemente, di fronte alle conseguenze senza precedenti della guerra in Ucraina.

I tre Paesi sono già in parte vincolati dalle norme da Schengen, ma i controlli alle frontiere interne con questi Stati membri non sono stati revocati. Hanno i requisiti per entrarvi e dovrebbero secondo la Commissione essere autorizzati a farlo. Sotto la presidenza ceca l’8 dicembre il Consiglio Giustizia e affari interni voterà sulla partecipazione di Bulgaria, Romania e Croazia all’area Schengen senza controlli alle frontiere interne. Attualmente fanno parte dell’area Schengen 22 paesi Ue, olte a Norvegia, Islanda, Svizzera e Liechtenstein. L’Irlanda ha esercitato l’opzione di non partecipazione (opt-out) sui controlli alle frontiere.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Eurostat, 1 italiano su 4 a rischio povertà o esclusione sociale

Redazione

Oggi il Consiglio Europeo. Più fondi per la difesa e autonomia energetica

Giampiero Catone

L’Unione Europea sospende il Patto di Stabilità anche per il 2022

Giulia Catone

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.