domenica, 22 Settembre 2019
Politica

Capolavori e geni della politica

Spesso i capolavori ed i geni sono incompresi o si capiscono in ritardo. Mi riferisco al capolavoro e al genio di Salvini, politicamente parlando naturalmente.

Tutti a dire che ha sbagliato tempi e modi. Invece, pensateci bene. Se restava con i 5 Stelle, in quelle condizioni, poteva solo diminuire consensi. Ora, invece, con questa mossa ritenuta sbagliata dai più ingenui commentatori e osservatori della politica, non ha più nulla da temere, da nessuno.

Se fanno l’accordo Pd Movimento 5 Stelle, per lui è una vera vittoria perché è certo che finiranno molto male. La sinistra non ha saputo governare quando era sola, figuriamoci se governerà coi 5 Stelle.

I 5 Stelle se non sono riusciti a crescere con Salvini figuriamoci con accanto una sinistra ancora disordinata e non coesa.

Al momento della caduta del governo giallo-rosso, se avranno il coraggio di farlo, Salvini avrà in mano, senza fare nessuno sforzo, la premiership del governo. Si saranno bruciati, in molti.

Se invece l’accordo giallo-rosso non si farà, la premiership del governo la avrà lo stesso perché, al momento, se si va al voto vincerebbe senza dubbio le elezioni.

Salvini, comunque, non ha nessuna fretta. Sarà lì ad aspettate con la massima tranquillità, tanto sia ora che fra poco, il risultato elettorale, per lui, sarà lo stesso.

E se gli danno un po’ di riposo e si addossano anche questa finanziaria gli fanno un regalo ancora più grosso.

Related posts

Il centro c’è ma non si vede

Giuseppe Mazzei

La posta in gioco della crisi

Giuseppe Mazzei

Il rischio più grave

Giuseppe Mazzei

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Se continui ad utilizzare il sito ne assumiamo che tu sia concorde. Accetta Maggiori Informazioni