lunedì, 24 Gennaio, 2022
Economia

Agricoltura, finanziamenti e strumenti bancari necessari a rafforzare il settore

Conoscenza, specializzazione, analisi, capacità di dialogo e prontezza nel dare risposte: sono queste le parole d'ordine emerse nel seminario sui temi del credito, organizzato da Confagricoltura

Conoscenza, specializzazione, analisi, capacità di dialogo e prontezza nel dare risposte: sono queste le parole d’ordine emerse nel seminario sui temi del credito in agricoltura, organizzato da Confagricoltura insieme ai principali stakeholder del settore.
“Sviluppare la cultura della finanza all’interno dell’Organizzazione, perché le strutture territoriali di Confagricoltura siano in grado di supportare le crescenti attese degli associati, mettendoli in condizione di cogliere le opportunità offerte dagli strumenti del sistema bancario nazionale”. È l’obiettivo illustrato dal direttore generale Francesco Postorino in apertura dei lavori, ai quali ha partecipato una nutrita platea (oltre 200 collegamenti) di dirigenti e rappresentanti territoriali dell’Organizzazione.


Di livello gli intervenuti in rappresentanza del Ministro dello Sviluppo Economico, del Mediocredito Centrale, ma anche di tutto il circuito bancario nazionale (Unicredit, Credit Agricole, MPS Banca, ICCREA Banca SpA, CREDEM): tutti soggetti che hanno già attivato una capillare azione di sensibilizzazione delle proprie strutture territoriali e un’azione di costante interscambio con Confagricoltura.

“L’ottima riuscita di questo evento – ha dichiarato Matteo Lasagna, vicepresidente di Confagricoltura con delega al Credito – dimostra come lo strumento del credito in agricoltura sia stato fondamentale nel momento della pandemia, ma anche che dovrà continuare ad esserlo nella prospettiva di un’uscita dall’emergenza che stiamo ancora vivendo”.

“La pandemia ha messo in difficoltà svariati ambiti del settore primario – ha sottolineato Lasagna – e gli strumenti messi in campo dal governo hanno mitigato solo in parte le necessità di un momento drammatico dal quale ora vogliamo e dobbiamo rialzarci per guardare al futuro”.

Sponsor

Articoli correlati

Recovery Fund. Silenzio sui progetti da finanziare. I media inseguono la politica dei litigi. Nel guado un Paese allo stremo 

Redazione

Veneto: finanziamenti per l’ambiente

Barbara Braghin

Agricoltura. Coldiretti: frutta fresca, calo epocale di produzione di pesche e nettarine

Angelica Bianco

Lascia un commento