giovedì, 29 Luglio, 2021
Esteri

Tunisia, in visita il presidente della missione ONU per il sostegno in Libia

Il presidente della repubblica di Tunisia Kaïs Saïed ha ricevuto lunedì mattina a Palazzo Cartagine, Yan Kobic, inviato speciale del segretario generale ONU in Libia e presidente della missione ONU per il sostegno in Libia.

Il presidente dello stato tunisino, tra l’altro, ha rinnovato i complimenti a Yan Kobic per aver preso questa responsabilità in questa situazione, confermando la sua fiducia ed il successo delle sue missioni. La Libia sta per arrivare a una nuova fase della sua storia, a seguito dei recenti accordi politici ed è pronta ad intraprendere un percorso di passaggio da una legalità internazionale temporanea a una legalità interna permanente. Il presidente della repubblica ha espresso l’apertura della Tunisia e la disponibilità a mettere tutto l’impegno per contribuire al successo di questa fase, “in base ai rapporti fraterni che uniscono i popoli tunisino e libico”. Ha sottolineato, inoltre, che la missione ONU in Libia è un successo per la Libia, per la Tunisia e per l’intera regione.

Da parte sua Yan Kobic ha espresso l’onore di incontrare il presidente della repubblica per il suo primo incontro ai massimi livelli da quando ha assunto le sue nuove mansioni. Ha sottolineato il ruolo della Tunisia e il suo prezioso contributo per raggiungere le recenti decisioni politiche in Libia, in particolare attraverso il contributo del primo incontro politico libico nel novembre 2020.

Ha confermato la sua disponibilità a continuare a consultare e coordinare la Tunisia e a sfruttare la sua esperienza, per raggiungere una soluzione politica definitiva per la crisi attuale, che salva l’unità e la stabilità della Libia.

In una dichiarazione dopo l’incontro Yan Kobich ringrazia la Tunisia, membro non permanente del Consiglio di Sicurezza, per aver sostenuto il lavoro delle Nazioni Unite in Libia.

Sponsor

Articoli correlati

Una potente sfida al Coronavirus di tutte le religioni. Ed anche per i non credenti

Daniele Venturi

La corruzione questa conosciuta

Domenico Turano

Difesa: metal detector a militari in Libia per ricerca mine inesplose

Redazione

Lascia un commento