martedì, 6 Dicembre, 2022
Politica

Arrestare Salvini o no?

Meraviglioso come la maggioranza giallorossa di governo riesca a dimostrare la sua assoluta parzialità su ogni comportamento che non sia ad essa favorevole. Invero, non abbiamo sentito il Premier Conte che, da avvocato, avrebbe anche potuto dire la sua.

Tutti contro il Presidente del Senato Elisabetta Casellati perché ha esercitato un suo diritto, anzi, “il” diritto di votare dove le era consentito farlo e dove “doveva farlo”. Mi vengono subito in mente i comportamenti di Laura Boldrini da Presidente della Camera dei Deputati. Allora andava tutto bene, anzi, benissimo. Ora, un comportamento di una presunta avversaria diventa quasi un reato. 

La parzialità del pensiero giallorosso si è ben dimostrata anche quando l’altro giorno il presidente della commissione giustizia Businarolo, con il “suo” voto, ha determinato la bocciatura della pdl Costa, che evitava l’entrata in vigore della riforma Bonafede sulla prescrizione. Si è detto, per quel caso, che votare rappresentava il corretto operato di un diritto parlamentare. La terzietà quel giorno non esisteva. 

Non vogliamo e non possiamo essere di parte, anzi di partiti, ma alcune cose sono troppo evidenti per non essere riportate su queste colonne, dove, “la discussione” deve essere sempre aperta.

Farà (farebbe) molto comodo ai giallorossi, che di sentiment politico popolare purtroppo hanno perso quasi ogni capacità di analisi, procrastinare la decisione sull’ex Ministro Matteo Salvini a dopo il voto del 26 gennaio. Non sarà quell’esito elettorale però a rafforzare o indebolire il Governo Conte bis. 

Potrà succedere di tutto in quelle elezioni, anche l’avanzare, da parte di qualcuno, di sospetti di brogli elettorali, ma non cambierà nulla. Solo cavalli al galoppo che alzeranno un bell’inutile polverone.

Le vere truppe e la vera competizione tra “quelli che contano” arriverà fra qualche tempo; solo dopo cioè che tutti gli assestamenti (personali) saranno ben definiti. 

Vedremo cosa succede lunedì in Giunta autorizzazioni, anche se francamente ci potrebbe già bastare aver ascoltato quello che è stato dichiarato in sede giallorossa per il voto della Presidente Casellati.  

Però vogliamo capire e commentare fino in fondo i comportamenti ed i pensieri degli attuali politici e quindi aspettiamo con ansia. 

Sponsor

Articoli correlati

La posta in gioco della crisi

Giuseppe Mazzei

Anief scrive a Conte per riconoscimento rappresentatività

Redazione

Previdenza, spesa al top. Servono subito 10 miliardi, da ottobre assegni più alti

Maurizio Piccinino

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.