domenica, 21 Aprile, 2024
Europa

Croazia, ventunesimo Paese dell’Eurozona

Dal 1° gennaio 2023 la Croazia sarà il ventesimo paese membro dell’area dell’euro. Il 12 luglio scorso il Consiglio della Unione europea ha approvato l’adesione della Croazia e fissato il tasso di conversione della kuna croata (7,53450 kuna per 1 euro). Come spiega la Banca d’Italia, sia l’euro sia la kuna (banconote e monete) potranno essere utilizzati per i pagamenti durante le due settimane a partire dall’introduzione dell’euro. Dal 15 gennaio le banconote e le monete in euro diventano le uniche ad avere corso legale. I prezzi dei beni e servizi saranno riportati sia in euro sia in kune fino al 31 dicembre 2023.

La Banca d’Italia effettuerà, a partire dal mese di gennaio e fino al 28 febbraio 2023, il “cambio al valore di parità” della kuna croata (7,53450 kuna per 1 euro). Il cambio delle banconote in valuta croata in favore della generalità del pubblico verrà effettuato a titolo gratuito presso le Filiali di Ancona, Milano, Roma Sede, Trieste e Venezia per un importo massimo, concordato nell’Eurosistema, di 8.000 kune (HRK), corrispondente al controvalore di circa mille euro per ciascuna operazione. L’utenza istituzionale con conto presso la Banca d’Italia potrà presentare presso la sola Filiale di Roma “Centro Donato Menichella” le banconote in valuta croata per il riconoscimento del relativo controvalore.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

La Turchia al voto. Una svolta verso l’Europa?

Giuseppe Mazzei

Minaccia continua e fuga da Mosca

Redazione

Fondi Ue: centrati target spesa programmi FESR e FSE

Lorenzo Romeo

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.