giovedì, 29 Febbraio, 2024
Politica

“Mi aspetto lealtà e compattezza”. Meloni parte da sicurezza e giustizia

Nuovo Esecutivo alla prova nel suo primo Consiglio dei ministri. “C’è voglia di risolvere i problemi” è stato il commento al termine del vertice della Premier, Giorgia Meloni, che ha detto di aspettarsi lealtà e compattezza da parte dei ministri, requisiti che al momento sembrano esserci. E si è partiti proprio da uno dei temi che più stanno a cuore alla maggioranza di Governo: giustizia e sicurezza pubblica.

Riformulata norma su ergastolo ostativo

Nel decreto approvato dal Cdm è stata inserita la riformulazione della norma sull’ergastolo ostativo così come era stata votata alla Camera, ma che non aveva fatto in tempo ad arrivare al Senato per lo scioglimento anticipato delle Camere. Decade, dunque, l’automatismo per chi compie reati di mafia, terrorismo e associazione per delinquere finalizzata al traffico di droga, ma che non collabora con la giustizia, di alcune limitazioni a benefici penitenziaria. La decisione sarà rimesso al giudice di sorveglianza. Si supera così il principio di incostituzionalità sul quale nei giorni prossimi si sarebbe dovuta pronunciare in forma definitiva la Corte Costituzionale e che avrebbe potuto portare anche alla decadenza di alcune pene e della norma stessa voluta da Falcone.

Slitta di due mesi la Riforma Cartabia

Ritardata di due mesi l’entrata in vigore della Riforma Cartabia in tema di procedura penale per difficoltà oggettive delle Procure di Italia ad attuarla. Meloni ha sottolineato come questo non farà saltare una delle milestone previste dal PNRR che ci dà tempo fino a fine dicembre 2022 per l’attuazione delle modifiche previste dalla Riforma.

Nuovo reato anti-rave

Infine, sempre in tema di sicurezza, prendendo spunto dal recente episodio di cronaca, il rave organizzato illegalmente a Modena, l’Esecutivo nel Ddl introduce una nuova fattispecie di reato:  “l’invasione di terreni o edifici per raduni pericolosi per l’ordine pubblico o l’incolumità pubblica o la salute pubblica”, che “consiste nell’invasione arbitraria di terreni o edifici altrui, pubblici o privati, commessa da un numero di persone superiore a cinquanta, allo scopo di organizzare un raduno, quando dallo stesso può derivare un pericolo per l’ordine pubblico o l’incolumità pubblica o la salute pubblica”. Prevista la pena della reclusione da tre a sei anni e la multa da euro 1.000 a euro 10.000. “I requisiti di necessità e urgenza – ha detto il neo ministro della Giustizia Piantedosi – nascono dal fatto che l’assenza di una normativa efficace nel nostro Paese ci rendeva particolarmente vulnerabili, come testimonia la cronaca degli ultimi anni”. Il provvedimento risponde alla volontà, ha aggiunto la Presidente del Consiglio, di mandare un messaggio a tutti i giovani d’Europa che in Italia esistono le leggi e che saranno fatte rispettare, non più il luogo dove è tutto possibile.

Covid: decade obbligo di vaccinazione per personale sanitario

In tema di salute pubblica e segnatamente di tutele anti Covid è stato deciso di anticipare all’1 novembre la scadenza di obbligo di vaccinazione anche per medici e infermieri, uniche categorie per le quali era rimasto valido fino a dicembre 2022. Il motivo è permettere ai circa 5.000 professionisti no-vax del settore di rientrare in forze nelle strutture sanitarie, in forte deficit di personale. Rinnovato, però, l’obbligo di indossare le mascherine negli ospedali e nelle Rsa.

Nominati viceministri e sottosegretari

Nel Cdm sono state, inoltre, nominati i viceministri e i sottosegretari che giureranno mercoledì a Palazzo Chigi, mentre è stato demandato al 4 novembre, data di convocazione del prossimo Consiglio, i provvedimenti relativi al Nadef su economia, energia e deleghe dei ministeri.

La squadra di Giorgia  Meloni al completo

Ministri con portafoglio

Affari Esteri e Cooperazione internazionale

Ministro Antonio Tajani (FI)

Viceministro Edmondo Cirielli (FdI)

Sottosegretario Giorgio Silli (Noi con l’Itali)

Sottosegretario Maria Tripodi (FI)

Interno

Ministro Matteo Piantedosi (Tecnico)

Sottosegretario Nicola Molteni (Lega)

Sottosegretario Emanuele Prisco (FdI)

Sottosegretario Wanda Ferro (FdI)

Giustizia

Ministro Carlo Nordio (FdI)

Viceministro Paolo Sisto (FI)

Sottosegretario Andrea Ostellari (Lega)

Sottosegretario Andrea Del Mastro Delle Vedove (FdI)

Difesa

Ministro Guido Crosetto (FdI)

Sottosegretario Isabella Rauti (FdI)

Sottosegretario Matteo Perego (FI)

Economia e Finanze

Ministro Giancarlo Giorgetti (Lega)

Viceministro Maurizio Leo (FdI)

Sottosegretario Lucia Albano (FdI)

Sottosegretario Sandra Savino (FI)

Sottosegretario Federico Freni (Lega)

Sviluppo economico

Ministro Adolfo Urso (FdI)

Viceministro Valentino Valentini (FI)

Sottosegretario Massimo Bitonci (Lega)

Sottosegretario Fausta Bergamotto (tecnico)

Politiche agricole alimentari e forestali

Ministro Francesco Lollobrigida (FdI)

Sottosegretario Luigi D’Eramo (Lega)

Sottosegretario Patrizio La Pietra (FdI)

Transizione ecologica

Ministro Gilberto Pichetto Fratin (FI)

Viceministro Vannia Gava (Lega)

Sottosegretario Claudio Barbaro (FdI)

Infrastrutture e Mobilità sostenibili

Ministro Matteo Salvini (Lega)

Viceministro Edoardo Rixi (Lega)

Viceministro Galeazzo Bignami (FdI)

Sottosegretario Tullio Ferrante (FI)

Lavoro e Politiche sociali

Ministro Marina Elvira Calderone (tecnico)

Viceministro Maria Teresa Bellucci (FdI)

Sottosegretario Claudio Durigon (Lega)

Istruzione

Ministro Giuseppe Valditara (Lega)

Sottosegretario Paola Frassinetti (FdI)

Università e Ricerca

Ministro Anna Maria Bernini (FI)

Sottosegretario Augusta Montaruli (FdI)

Cultura

Ministro Gennaro Sangiuliano (tecnico)

Sottosegretario Lucia Borgonzoni (Lega)

Sottosegretario Vittorio Sgarbi (FI)

Sottosegretario Gianmarco Mazzi (tecnico)

Salute

Ministro Orazio Schillaci (Tecnico)

Sottosegretario Marcello Gemmato (FdI)

Turismo

Ministro Daniela Garnero Santanchè (FdI)

Ministri senza portafoglio

Rapporti con il Parlamento

Ministro Luca Ciriani (FdI)

Sottosegretario Giuseppina Castiello (Lega)

Sottosegretario Matilde Siracusano (FI)

Pubblica amministrazione

Ministro Paolo Zangrillo (FI)

Affari regionali e Autonomie

Ministro Roberto Calderoli (Lega)

Politiche del Mare e per il Sud

Ministro Sebastiano Musumeci (FdI)

Affari europei, politiche di Coesione e Pnrr

Ministro Raffaele Fitto (FdI)

Sport e i giovani

Ministro Andrea Abodi (Tecnico)

Famiglia, Natalità, Pari Opportunità

Ministro Eugenia Maria Roccella (FdI)

Disabilità

Ministro Alessandra Locatelli (Lega)

Riforme istituzionali

Ministro Maria Elisabetta Alberti Casellati (FI)

Presidenza del Consiglio

Sottosegretario all’Innovazione

Alessio Butti (FdI)

Sottosegretario all’attuazione del Programma

Giovan Battista Fazzolari (FdI)

Sottosegretario all’editoria

Alberto Barachini (FI)

Sottosegretario alla programmazione e il coordinamento della politica economica

Alessandro Morelli (Lega)

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Il fronte sindacale ricompatta la sinistra

Giuseppe Mazzei

Legge di Bilancio. Pressing sulla manovra. Il Governo prova a mediare

Maurizio Piccinino

Pnrr. Il Governo: centreremo gli obiettivi. Gentiloni: insieme rimuovere le strozzature

Maurizio Piccinino

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.