sabato, 28 Novembre, 2020
Politica

Bonafede: visioni diverse per un caso speciale

Sponsor

Awelco

Mirabelli (Pd): sconfitto l’assalto al Governo.
Per Italia Viva più spazio nelle commissioni

Franco Mirabelli, Pd

On. Mirabelli, Palazzo Madama in 160 bocciano la mozione del centrodestra contro il Guardasigilli, 158 quella della Bonino. A favore votano rispettivamente 130 e 124 parlamentari. Il PD ha salvato Bonafede anche per responsabilità di Governo?
Abbiamo votato con convinzione contro le mozioni per ragioni di merito e di metodo. È evidente il tentativo delle opposizioni di usare un tema tanto importante e tanto delicato come quello della giustizia per provare a far cadere il governo scommettendo sulle differenze che convivono in una maggioranza di coalizione. Tentativo fallito. La maggioranza ha risposto in modo coeso. Certo, in un momento cosi difficile per il Paese dispiace che l’opposizione non abbia ritenuto di concentrarsi sui problemi concreti.

Nessun’ombra per voi su Bonafede?
Bonafede ha chiarito ogni punto e la vicenda Di Matteo è stata ormai sviscerata in ogni sua parte. Ci sono stati limiti nella gestione del DAP che ha creato una serie di problemi ma noi, mentre Salvini presentava mozioni di sfiducia, abbiamo messo subito in campo due decreti che stanno già funzionando per impedire la scarcerazione di altri detenuti per reati di mafia.

Avete però chiesto a Bonafede un cambio di passo rispetto al passato, cosa vuol dire?
È chiaro a tutti che oggi Bonafede è ministro di un Governo diverso di quello giallo verde e che la discontinuità con quello precedente deve essere maggiore di quanto sia stata finora. Gli abbiamo chiesto di prendere atto che oggi c’è una maggioranza diversa, serve un’agenda che parta dalla revisione del processo penale, della prescrizione, una riforma del processo civile, del sistema carcerario e alcune leggi per noi importanti sui diritti dei cittadini, a partire da quella contro l’omofobia.

Bonafede vi ha dato garanzie su questo?
Si, ha dimostrato grande apertura, almeno per ora, ma io penso che non ci saranno problemi.

Il leader d’Italia viva alla fine ha votato con la maggioranza Ieri l’incontro Boschi-Conte a Palazzo Chigi è stato determinante.
Non avevo dubbi che alla fine Renzi avrebbe votato con la maggioranza di cui fa parte.

Si parla di alcune importanti Presidenze di Commissioni che a giugno saranno assegnate a Italia Viva.
Non trovo nulla di strano, è del tutto naturale che avendo 17 Senatori a luglio Italia Viva avrà una diversa rappresentanza nelle Commissioni Parlamentari.

Giarrusso (Ex 5S): Spadafora male oscuro del movimento

Mario Michele Giarrusso, ex M5S

Quando ha saputo che la Boschi è andata a Palazzo Chigi che cosa ha pensato?
Che c’era un mercimonio di cariche pubbliche in cambio della difesa di Bonafede una cosa che in democrazia è assolutamente inammissibile cosa che noi movimento cinque stelle, dico ancora noi anche se mi hanno messo alla porta, avevamo sempre combattuto e avversato.

Nonostante sia stato cacciato dai Cinque Stelle si sente ancora appartenente al Movimento?
Sì, io mi sento assolutamente Cinque Stelle, non sono io ad essere cambiato sono loro che sono andati da un’altra parte, dove c’è il potere, le stanze dei Ministri e dei Ministeri, le poltrone. Abbiamo abbandonato tutte le nostre battaglie.

Perché questa difesa ad oltranza di Bonafede?
Perché è un cerchio magico non c’è dubbio e perché nella scala chi si è impossessato del potere ha dei meriti, giustamente diceva una collega che Bonafede nella scorsa legislatura non è stato nemmeno preso in considerazione per essere eletto come capogruppo alla Camera….

Chi fa parte del cerchio magico oggi?
Lo abbiamo visto: Bonafede, Di Maio e Spadafora che è il male oscuro del Movimento

Spadafora è il male oscuro del Movimento?!
Certo si, è il suggeritore, quello che ha suggerito a Di Maio come prendersi il movimento da buon vecchio marpione della politica, la scuola che ha avuto qui a Roma è una scuola di primo piano.

A parte Balducci che era riuscito a diventare maggiordomo di camera del Papa la più alta onorificenza vaticana per un laico, quindi immaginiamo che scuola ha avuto questo signore

Immaginava che alla fine Italia Viva avrebbe votato contro Bonafede?
Ero certo perché conosco entrambi, uno spregiudicato, gli altri debolissimi e attaccati alle poltrone. Pur di non perdere un briciolo di quello che hanno, sono disposti a cedere su qualunque cosa, anzi, io temevo che avrebbero sacrificato il sottosegretario Ferraresi che al Ministero della Giustizia era l’unico che lavorava con un po’ di capacità, ma ancora non è detto, vediamo come va a finire.

 Lei dice che nella trasmissione di Giletti il suo omonimo Giarrusso ha fatto un autogoal?
No il mio omonimo Giarrusso buon amico di Giletti e buon conoscitore di questi meccanismi della televisione trash ha fatto un agguato a Di Matteo tirandolo dentro parlando della trattativa.

Tutti sapevano che da due anni era letteralmente imbufalito per come era stato trattato e preso in giro da Bonafede e dal Movimento che lo aveva usato in campagna elettorale e subito dopo messo da parte, era nota l’indignazione di Di Matteo quindi è bastato poco, abbinare Di Matteo alla parola trattativa.

 Chi ha vinto oggi?  
Ha perso lo Stato

Chi ha vinto tra le forze politiche?
Diciamo che la vittoria di Pirro spetta a Renzi.

Di Maio?
Di Maio è fra gli sconfitti.

Bonafede ne esce ammaccato ma non poteva essere diversamente perché passare per il Ministro delle scarcerazioni non si può dire altre noi abbiamo 60.000 detenuti, un solo caso di coronavirus e ottomila scarcerazioni. Noi dobbiamo essere chiari, lo Stato si è piegato e tutto ci aspettavamo tranne che piegarci e inginocchiarci di fronte alla mafia con il Movimento Cinque stelle è stata una delusione terribile.

Lei che farà?
Io finirò il mandato e tornerò a casa schifato.

Articoli correlati

La vita davanti: donne e lavoro ai tempi del Covid

Luca Sabia

Bilingui e non solo

Giuseppe Mazzei

Il Natale dell’uomo moderno

Angelica Bianco

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Se continui ad utilizzare il sito ne assumiamo che tu sia concorde. Accetta Maggiori Informazioni