domenica, 14 Agosto, 2022
Ambiente

Pesca ecosostenibile il progetto di Polieco

Alla presenza del Presidente del Parco Nazionale dell’Aspromonte, Leo Autelitano, si è tenuta nella sala del Museo dei Geositi Aspromontani presso il Santuario della Madonna di Polsi la seconda giornata di Polsi Ambiente 2022.

La giornata è stata caratterizzata dalla presentazione da parte del Consorzio Polieco – tra i principali sponsor del Convegno – di un progetto da attuarsi in collaborazione con le Capitanerie di Porto. Si tratta di un’idea della Dott.ssa Claudia Salvestrini per offrire alla Calabria ed al territorio della Locride una opportunità e una iniziativa positiva e di avanguardia.

Da qui la proposta – raccolta per conto della Guardia Costiera dal Com.te Tommaso d’Arpino – di una convenzione con i pescatori e con i Porti della Calabria: un incentivo per i pescatori, che verrebbero riforniti di materiale ecosostenibile e stimolati con altri benefit; l’istituzione di punti di raccolta nei porti per tenere pulito il mare, avviando al riciclo il materiale recuperato.

La Dott.ssa Salvestrini non è potuta essere presente per la perdita, proprio ieri, della propria madre: la redazione esprime il suo profondo cordoglio alla stessa e ringrazia il Rev. Tonino Saraco, Rettore del Santuario, che ha voluto volgere alla defunta una preghiera particolare di suffragio.

Il progetto proposto è stato illustrato quindi dal Prof. Toni di Cigoli, consulente del Consorzio, che ha già partecipato ad una analoga sperimentazione del Polieco sulle aree marine protette della Sardegna.

Commossi ed ispirati gli interventi del rappresentate del WWF provinciale, Piero Idone e di Arturo Rocca, Presidente dell’Osservatorio ambientale per la vita, che sono entranti nel vivo delle problematiche ambientali, con uno sguardo verso il futuro e la corresponsabilità di tutti per contribuire alla salvezza. Addirittura concludendo con una informazione positiva: il risultato delle analisi delle acque potabili montane aspromontane come assolutamente non contaminate e purissime.

Francesco Macrì, Presidente del GAL Terre Locridee, ha svolto un intervento propositivo e concreto, illustrando l’impegno del GAL per l’ambiente e l’importanza di una rivoluzione culturale, come quella che si manifesta proprio con l’iniziativa di Locride capitale italiana della cultura 2025, di cui il GAL è promotore.

È seguito un animato dibattito, con interventi  e domande su temi specifici rivolti dal pubblico. Particolarmente pregnante l’interrogativo del Prof. Antonio Pileggi sugli incendi dell’estate 2021 e del Dott. Piero Schirripa che ha proposto al Polieco una convenzione sperimentale anche con le cooperative aspromontane, tra le quali, in primo piano quella del maiale nero d’Aspromonte.

Domani, ultima giornata di Polsi Ambiente 2022, con un giro naturalistico dei monoliti alpini dell’Aspromonte.

I partecipanti faranno il periplo di  Pietra Cappa, muovendo a piedi dal casello San Giorgio, ospiti di Calabria Verde che ne ha la gestione, con una guida d’eccezione come Arturo Rocca.

Ma l’appuntamento è già stato dato a Polsi Ambiente 2023, da venerdì 30 giugno a domenica primo luglio!

Sponsor

Articoli correlati

In Sicilia 170 Comuni “ricicloni”, 33 “rifiuti free”

Angelica Bianco

Pnrr, MiTe firma accordo per il verde urbano ed extraurbano da 330 mln

Ettore Di Bartolomeo

Comuni sciolti, serve più trasparenza

Carmine Alboretti

Lascia un commento