domenica, 26 Settembre, 2021
Economia

Credito alle imprese. Confagricoltura: aiuti per crescere e incentivi per i giovani

L’accesso al credito il vero problema delle piccole imprese. A chiedere una riorganizzazione dei rapporti tra banche e imprese è Confagricoltura che evidenzia come da una situazione di crisi economica, con l’aiuto degli istituti di credito, sarà possibile per l’economia rilanciare lo sviluppo. Oggi però serve snellire l’accesso al credito in particolare per le imprese guidate da giovani.

“Non si può aspettare oltre”, commenta il vicepresidente di Confagricoltura, Matteo Lasagna, “Occorrono nuove strategie di sviluppo e misure senza precedenti che supportino le imprese agricole nella crescita, accompagnandole verso la ripresa”. Sul tema la Confederazione ha tenuto un webinar da titolo: “Accesso al credito, strumenti di garanzia e finanza agevolata per le PMI agricole”, organizzato da Palazzo della Valle.

 

RAFFORZARE L’ASSETTO PATRIMONIALE

“È indispensabile”, spiega il direttore generale dell’Organizzazione, Franco Postorino, “poter contare su un’adeguata cultura finanziaria, soprattutto in questi tempi difficili, che auspichiamo siano di uscita dalla pandemia, ripensando modelli che sostengano le imprese agricole nel superare l’emergenza. Abbiamo iniziato, da tempo, con Ismea un percorso di orientamento al credito per le nostre imprese”.

Con questo evento sul credito, Confagricoltura si è impegnata a fornire una corretta e completa informazione finanziaria al sistema associato, permettendo così agli imprenditori di conoscere e valutare attentamente le offerte di credito messe in campo anche in questo periodo di crisi.

Rafforzare la struttura finanziaria e l’assetto patrimoniale delle imprese agricole è un passaggio obbligato per consentire la ripartenza nella fase post–Covid e gli investimenti necessari per l’innovazione, la digitalizzazione e la sostenibilità.

“È infatti essenziale”, conclude Matteo Lasagna, “che le misure di supporto adottate finora dal Governo vengano mantenute, ampliando le opportunità di investimento. Servono interventi mirati allo sviluppo e all’innovazione, nonché l’ampliamento della gamma di strumenti incentivanti, anche per i giovani agricoltori”.

Sponsor

Articoli correlati

Per Sarah Everard e le donne uccise due volte

Martina Cantiello

Giansanti: “Positiva nomina inviato speciale per cambiamento climatico”

Angelica Bianco

Lo scenario economico. Centro studi Confindustria: nel 2021 segni negativi per imprese, famiglia, consumi e lavoro

Giulia Catone

Lascia un commento