lunedì, 19 Aprile, 2021
Lavoro

La crisi ha colpito soprattutto le imprese di piccola e piccolissima dimensione

A livello d’impresa l’eterogeneita’ degli effetti prodotti della crisi e’ massima. Le recenti indagini sugli effetti dell’emergenza sanitaria mostrano che a novembre 2020 quasi un terzo delle imprese considerava a rischio la propria sopravvivenza, oltre il 60% prevedeva ricavi in diminuzione e solo una su cinque riteneva di non avere subito conseguenze o di aver tratto beneficio dalla crisi. E’ quanto emerge dal Rapporto sulla competitivita’ dei settori produttivi dell’Istat. Nonostante uno scenario in miglioramento, le prospettive di ripresa per...
Per accedere all'articolo completo devi essere abbonato ad uno dei nostri piani: Abbonamento Annuale o Abbonamento Semestrale. Se sei già abbonato effettua il log in
Sponsor

Articoli correlati

Le incognite del voto in Calabria

Carmine Alboretti

Crollano i consumi culturali, ma non si spegne il desiderio di cultura degli italiani

Rosaria Vincelli

Aperta la crisi: incertezza sulle prospettive

Giampiero Catone