martedì, 18 Maggio, 2021
Economia

Spera (Ugl): “Task force tra Mise e Ministero del Lavoro per entrare nel vivo delle crisi e delle politiche industriali”

“Incontro molto proficuo oggi al Mise con il ministro Giancarlo Giorgetti e il ministro del Lavoro, Andrea Orlando: con la task force tra Mise e Ministero del Lavoro – che, appena possibile, verra’ istituita – potremo finalmente entrare nel vivo delle crisi e delle politiche industriali”. Lo dichiara il segretario nazionale UGL Metalmeccanici, Antonio Spera, presente all’incontro insieme al segretario confederale dell’UGL, Adelmo Barbarossa, spiegando che “si e’ parlato di Arcelor Mittal e di tutte le vertenze pericolosamente, per i lavoratori, per l’industria e per la ripresa del Paese, rimaste al palo”.

“Nell’immediato e’ importante che i ministri Giorgetti e Orlando abbiano promesso lo sblocco dei 400 milioni di investimento pubblico destinati da Invitalia ad ArcelorMittal, in base all’accordo di dicembre scorso, senza aspettare la scadenza del 13 maggio, e che, fatto ancora piu’ importante, gli investimenti consentiranno l’ingresso di tre componenti nel CdA indicati da Invitalia. Fino ad oggi il Governo era assente all’interno del CdA. Sia Giorgetti sia Orlando ritengono che gli accordi fin qui raggiunti tra la multinazionale e il precedente esecutivo fossero troppo sbilanciati in favore di Arcelor Mitta e che la loro intenzione e’ quella di evitare gli errori del passato, mettendo mano a quanto fin qui pattuito”.

“Abbiamo affrontato anche altre vertenze, Piombino, Embraco e in generale le questioni che ruotano attorno al settore Automotive:
la complessita’ dei tanti nodi da risolvere ha fatto emergere l’esigenza di avviare una task force tra i due ministeri, Sviluppo economico e Lavoro. L’UGL crede fortemente in questo metodo”, conclude Spera.

Sponsor

Articoli correlati

In Italia attive 15 mila multinazionali, 1.4 mln di addetti

Redazione

Industria: Istat, -0,3% prezzi alla produzione a giugno, +0,9% annuo

Redazione

Alitalia, Giorgetti “Lo Stato farà la sua parte ma poi deve essere in grado di sostenersi da sola”

Redazione

Lascia un commento