martedì, 21 Settembre, 2021
Agroalimentare

Francia, partito il piano per risollevare il settore agroalimentare

Nel primo semestre 2020, le esportazioni francesi di prodotti alimentari hanno registrato un calo di circa 4%. La crisi sanitaria, con le chiusure di fiere, confini, ed aeroporti, e le crisi politiche ed economiche come il Brexit, il boicottaggio dei prodotti francesi in Medio Oriente, e le sanzioni economiche dagli Stati Uniti, hanno avuto un forte impatto sulle esportazioni francesi in questi ultimi due anni. In questo contesto, il governo francese è convinto che l’apertura internazionale è una leva essenziale per una ripresa del settore.
Il suo piano di ripresa per le esportazioni, lanciato lo scorso settembre, prevede una dotazione di quasi 250 milioni di euro a sostegno delle imprese del settore.


“L’export è una leva enorme per l’industria alimentare, che è molto colpita dal Covid”, ha ricordato, il 23 ottobre 2020, il Ministro dell’agricoltura e dell’alimentazione, durante il Relance Export Tour, il primo evento che facilita le attività di prospezione dell’export organizzato da Business France e Team France Export. Sono i valori di eccellenza, qualità e tracciabilità della Francia che, secondo Julien Denormandie, devono essere evidenziati, in un contesto di crisi sanitaria.

Sponsor

Articoli correlati

Parmigiano Reggiano Premium “40 mesi”, 60 aziende hanno aderito

Angelica Bianco

Grana Padano, buone notizie dall’export, consumi sempre più green

Angelica Bianco

Giansanti “La Pac rimanga politica agricola ed economica”

Redazione

Lascia un commento