sabato, 16 Ottobre, 2021
Economia

Confindustria, la ripresa è possibile ma bisogna attendere mesi

A inizio 2021, il peggioramento delle attese spinge una parte delle famiglie a risparmiare a scopo precauzionale. Inoltre, vari acquisti sono ostacolati dalle norme anti-Covid. Tutto ciò frenerà i consumi e il Pil, almeno nel primo trimestre. Un forte rimbalzo è atteso solo dal terzo trimestre 2021, sopra le stime iniziali se la vaccinazione sarà efficace e rapida. E’ quanto emerge dalla Congiuntura flash del Centro Studi di Confindustria, secondo cui un rallentamento delle restrizioni anti-pandemia, rilancerebbe anche la fiducia e quindi la domanda, liberando per i consumi le risorse accumulate in questi mesi col risparmio “forzato”. Il recupero potrebbe poi proseguire, se l’aumento dei vaccinati continuasse a far calare i contagi.

Comunque, la flessione stimata per fine 2020 e la debolezza attuale fanno già rivedere al ribasso la crescita complessiva attesa per quest’anno. Più ampia a inizio 2021 la forbice in Italia tra servizi ancora in crisi e industria che regge, con andamenti divergenti anche nelle corrispondenti dinamiche dei prezzi al consumo. Per l’export italiano – secondo il Csc – lo scenario è un po’ migliorato, sulla scia di scambi mondiali in lenta espansione, mentre le principali economie dell’Eurozona hanno chiuso il 2020 meno peggio del previsto. I tassi sovrani a gennaio restano moderati per l’Italia, poco sopra i minimi, nonostante la nuova instabilità politica e solo grazie ai massicci acquisti di titoli effettuati dalla Bce. Nel 2020 in Italia l’impatto della crisi sanitaria è stato molto vario tra settori e tipologie di imprese, molte delle quali hanno accumulato più debito ma non hanno potuto usarlo per nuovi investimenti. Quanto alla dinamica dei prezzi al consumo, in Italia è risultata di poco negativa nel 2020 (-0,2% annuo, da +0,6% nel 2019).

Sponsor

Articoli correlati

Negozi chiusi, il crollo economico avrà effetti devastanti per le imprese. La Confederazione stima una perdita per 60 miliardi. Comparto turistico azzerato

Maurizio Piccinino

La famiglia Italia senza concertazione 

Giuseppe Mazzei

Gelmini: “Farmaceutica chiave per Italia, oltre 40% occupati sono donne”

Angelica Bianco

Lascia un commento