mercoledì, 4 Agosto, 2021
Palazzo Chigi
Politica

I nodi dell’estate

Siamo ormai alle soglie dell’estate: una stagione che, quest’anno, si annuncia densa di interrogativi e di problemi.

Prima ancora che delle evidenti tracce di una presenza più rarefatta della pandemia, il vero problema che si profila è quello di un diffuso malessere sociale, che potrebbe manifestarsi a settembre in termini molto preoccupanti.

È un malessere determinato da un’irruzione della pandemia nell’economia, fino a stravolgerla ma, anche del divario tra le misure a sollievo di lavoratori e aziende adottate dal governo e la loro pratica esecuzione, con l’imbarazzante susseguirsi di annunci, come quelli del Presidente dell’INPS, puntualmente disattesi il giorno dopo.

Sul fronte degli interrogativi, ce ne sono, e non di poco conto, sulla disponibilità dei fondi europei straordinari, quelli del “Recovery fund” che si danno per scontati quando ancora non lo sono. E non lo sono per due semplici ragioni: l’ostilità all’erogazione di somme a fondo perduto da parte di un blocco consistente di paesi europei e, qualora tale atteggiamento fosse superato, la tempistica della loro fruibilità, che andrà a collocarsi nel 2021.

Sempre con riguardo a questo assetto, c’è da tenere presente come non torni a vantaggio dell’Italia sia la nostra cronica incapacità di spendere i fondi delle politiche di coesione già disponibili, sia il nostro incomprensibile tentennare nel ricorso al MES, il meccanismo europeo di stabilità, per interventi più che mai necessari nel settore della sanità pubblica.

Esaurito il confronto degli stati generali, tocca quindi alla maggioranza e al governo, affrontare i nodi tuttora irrisolti e per il cui superamento premono imprese, sindacati e poteri locali. Sarà da chiarire in questa prospettiva, la qualità dell’impegno dei Cinque stelle, che soffrono l’inconsistenza delle loro radici ideali e i richiami al movimentismo delle origini, fatto proprio da Di Battista.

Sponsor

Articoli correlati

La Germania non provi ad umiliare l’Europa

Giuseppe Mazzei

Bonus Inps, Di Maio “M5S rinuncia a privacy, altri gruppi ci seguano”

Italpress

Siria: l’epilogo. Trump non avrebbe sbagliato

Enzo Cartellino

Lascia un commento