venerdì, 19 Luglio, 2024
Attualità

Olimpiadi di Parigi, misure di sicurezza senza precedenti per gli atleti israeliani

Bruxelles rifiuta di ospitare la partita di calcio Belgio-Israele di Nations League

Misure di sicurezza senza precedenti accompagneranno la delegazione israeliana alle prossime Olimpiadi di Parigi e alle successive Paralimpiadi, in programma, sempre nella capitale francese dal 26 luglio prossimo. La conferma è arrivata durante un incontro con entrambe le rappresentanze svoltosi nella residenza del Presidente dello Stato ebraico Isaac Herzog. E’ uno degli effetti della guerra innescata lo scorso 7 ottobre da Hamas quando ha attaccato civili israeliani inermi. Riguardo le Olimpiadi di Parigi i timori e i ricordi corrono alla strage ad opera di terroristi palestinesi ai Giochi di Monaco ’72, quando sotto i colpi di “Settembre Nero” furono assassinati 11 tra atleti e allenatori israeliani. A 52 anni dai fatti, prima dei Giochi parigini, nel capoluogo bavarese si terrà una cerimonia commemorativa alla quale parteciperanno le vedove Ankie Spitzer e Ilana Romano, due delle figure simbolo della lotta intrapresa affinché lo sport non dimentichi il massacro di Monaco.

Herzog: la battaglia non è finita

Le vedove sono state ad un incontro con il Presidente Herzog, che ha rivolto un incoraggiamento alle due delegazioni e per ricordare che “la battaglia non è finita.” “Abbiamo un ambasciatore in Francia, ma voi tutti sarete nostri ambasciatori”, ha esortato Herzog, rivolto agli sportivi. Sempre in tema sicurezza, è di queste ore la notizia del rifiuto della città di Bruxelles di ospitare la partita di calcio Belgio-Israele del prossimo 6 settembre, valevole per la Nations League, nel girone di cui anche l’Italia fa parte. Secondo le autorità della città, lo svolgimento dell’incontro nello stadio Re Baldovino avrebbe comportato troppi rischi per il possibile svolgimento di manifestazioni e contro-manifestazioni che avrebbero fatto crescere la tensione in città, già alta a causa del conflitto israelo-palestinese. L’incontro porterebbe ad affrontare “grandi manifestazioni e contromanifestazioni, compromettendo la sicurezza degli spettatori, dei giocatori, degli abitanti e delle nostre forze di polizia”. Tre giorni dopo, il 9 settembre, nel calendario della Nations League è previsto il match tra Israele e Italia. Si giocherà in campo neutro. In quale paese e in quale città non è stato ancora reso noto.

La torcia olimpica verso Parigi

Intanto la torcia olimpica, partita dalla Grecia, sta percorrendo la Francia in direzione Parigi: circa 10.000 tedofori si alterneranno per issare la Fiamma Olimpica il 26 luglio, a Parigi. In questi giorni si trova nei pressi di Grignan, dove attraverserà i famosi campi di lavanda fino al Castello di Grignan. Successivamente, farà rotta verso Pierrelatte, dove visiterà il Lac de Pignedoré all’interno del Complesso Gustave Jaume, e poi la colossale roccia calcarea. Dopodiché, si dirigerà verso Saint-Maurice, un angolo verdeggiante di natura tra foreste, scogliere e rocce. A Montélimar, la fiaccola entrerà nel cortile del castello, la cui prima pietra fu posta nel XII secolo. La fermata successiva ci porterà a Bourg-de-Péage passando per il Museo della scarpa. Farà poi una sosta a Hauterives dove visiterà il Palais Idéal, un’opera mozzafiato di arte naïf, prima di andare a Valence.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Commercio. Senza sicurezza e vaccinazioni niente ripresa. Speranze nel nuovo Governo

Paolo Fruncillo

Costantini: troppe leggi europee, molte norme penalizzano le piccole imprese

Francesco Gentile

La telemedicina riduce l’impronta di carbonio nell’ambito sanitario

Paolo Fruncillo

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.