domenica, 26 Maggio, 2024
Lavoro

Cna e Confartigianato: “Bene la revisione del sistema delle sanzioni tributarie”

Le imprese artigiane promuovono il principio di proporzionalità

Le imprese artigiane italiane accolgono complessivamente con favore il recente decreto legislativo volto alla revisione del sistema sanzionatorio tributario. L’intervento, ritenuto significativo, mira a ridurre l’eccessiva onerosità delle sanzioni e ad allineare il sistema italiano agli standard adottati dagli altri Paesi dell’Unione europea, introducendo il principio di proporzionalità. Durante le audizioni davanti alle Commissioni Giustizia e Finanze del Senato, Cna e Confartigianato hanno sottolineato l’importanza di differenziare le sanzioni in base alla gravità delle violazioni commesse. In particolare, le due organizzazioni hanno elogiato l’oobiettivo di rendere le sanzioni amministrative più ragionevoli nei confronti di coloro che, in buona fede, commettono errori a causa della complessità del sistema fiscale italiano.

Uno dei punti salienti del provvedimento riguarda l’eliminazione della discrezionalità degli uffici dell’Amministrazione finanziaria nell’applicare la sanzione base su scala variabile, sostituita da sanzioni in misura fissa. Cna e Confartigianato hanno espresso parere favorevole sulla riduzione delle sanzioni per indebita compensazione di crediti non spettanti e per i crediti inesistenti, ritenendo che questa modifica renderà più vantaggioso il ricorso al ravvedimento operoso.

Punto di disaccordo

Le nuove sanzioni saranno applicate alle violazioni commesse a partire dal 30 aprile 2024, derogando al principio di retroattività della legge più favorevole. Un punto di disaccordo riguarda l’inasprimento delle sanzioni accessorie per coloro che non aderiranno al concordato. Cna e Confartigianato ritengono che questa misura non trovi giustificazione nella potenziale maggiore pericolosità fiscale di tali soggetti, i quali comunque saranno sottoposti a ordinarie attività di verifica e controllo.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Crollo di famiglie e imprese, fermiamo la tempesta perfetta. Lavoro nero e precariato serve un piano di emergenza e di aiuti

Giampiero Catone

Meloni: nell’Ue presto i Balcani occidentali. Collaborazione più stretta con la Serbia

Maurizio Piccinino

Mattarella: “Non diamo per scontata la disponibilità dell’acqua”

Francesco Gentile

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.