domenica, 3 Marzo, 2024
Attualità

Controllo dei prezzi dei carburanti, 89 violazioni in Sicilia

In Sicilia, nei primi quindici giorni di agosto, sono stati effettuati dalla Guardia di Finanza 175 controlli sui prezzi del carburante: 9 nei confronti dei distributori operanti sulle autostrade e 166 nei confronti degli impianti attivi sulla restante rete stradale. Inoltre, sono state contestate 89 violazioni: 44 per mancata esposizione dei prezzi o difformità di quelli praticati rispetto a quelli indicati e 45 per inosservanza degli obblighi di comunicazione all'”Osservaprezzi carburanti”, istituito presso il Ministero delle imprese e del made in Italy. In particolare, nella provincia di Palermo sono stati effettuati, complessivamente, 37 interventi e contestate 20 violazioni: 3 per mancata esposizione dei prezzi o difformità di quelli praticati rispetto a quelli indicati e 17 per inosservanza degli obblighi di comunicazione all'”Osservaprezzi carburanti”.

Comunicazione dei prezzi

“Anche nella regione siciliana l’attività in corso avviata ad inizio anno su tutto il territorio nazionale proseguirà e si intensificherà nei prossimi mesi, impegnando i Reparti operativi di tutta la regione, e sarà finalizzata, in particolare, a verificare il rispetto dei presidi normativi di interesse”, fa sapere la Guardia di Finanza.  Gli operatori del settore sono, infatti, destinatari di specifici obblighi di comunicazione dei prezzi praticati, mediante il portale ‘Osservaprezzi carburanti’. I prezzi devono essere esposti pubblicamente presso il luogo di esercizio, attraverso apposita cartellonistica, unitamente all’indicazione del prezzo medio, determinato su base regionale, per gli impianti di distribuzione attivi sulla rete stradale e su base nazionale, per i punti di rifornimento situati in ambito autostradale. Le attività ispettive poste in essere dalla Guardia di finanza consentono, altresì, di verificare il corretto assolvimento degli obblighi fiscali, le modalità di funzionamento dei sistemi di erogazione, la qualità del prodotto e la commissione di eventuali ipotesi di condotte lesive della libera concorrenza”, ha aggiunto.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Carburanti: prezzi praticati ancora stabili sulla rete

Giulia Catone

Mattarella visita i giardini di Palazzo d’Orleans

Francesco Gentile

L’inflazione sale al 3,9% a dicembre

Cristina Calzecchi Onesti

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.