giovedì, 29 Febbraio, 2024
Esteri

Zelensky, gravi danni a 40% infrastrutture elettriche

Il presidente Volodymyr Zelensky ha incontrato a Kiev la commissaria Ue per gli affari energetici Kadri Simson denunciando che la Russia ha gravemente danneggiato circa il 40% delle infrastrutture energetiche dell’Ucraina. Durante il colloquio si è discusso di come l’Ucraina sia stata costretta a interrompere l’esportazione di elettricità in Europa a causa degli attacchi con missili e droni kamikaze da parte della Federazione russa.

“Sono sicuro che ripristineremo tutto e, in un momento più tranquillo, quando la situazione nel nostro sistema energetico si sarà stabilizzata, continueremo a esportare elettricità in Europa”, ha affermato Zelensky, spiegando a Simson che le forze russe hanno “seriamente danneggiato” circa il 40% delle infrastrutture energetiche dell’Ucraina, in particolare centrali termiche, centrali termoelettriche e centrali idroelettriche. “Oltre il 30% dell’infrastruttura energetica in Ucraina è stata colpita dagli attacchi mirati della Russia e per riparare o sostituire l’Ucraina ha bisogno di strumenti specifici. La Unione europea sta contattando i partner per aiutare con il supporto dedicato necessario”, ha affermato la commissaria europea.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Il vertice Ue-Zelensky si terrà in Ucraina

Francesco Gentile

Il Papa: “Pace in Ucraina e ovunque ci sia la guerra”

Stefano Ghionni

Un piccolo frate sfida la Ue senza cuore

Ettore Di Bartolomeo

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.