venerdì, 15 Gennaio, 2021
Politica

Maggioranza divisa, Movimento in crisi per il caso Trenta

Sponsor

Awelco

Sulla fisionomia della manovra economica, insidiata da 1500 emendamenti della sola maggioranza (3000 solo dell’opposizione), l’incertezza regna sovrana, né si attendono miracoli dalla cena che Conte, scottato dal fallimento del mega vertice di qualche giorno fa, intende promuovere fra gli esponenti della sua squadra cosi rissosa.

Sul fronte del futuro dell’ex Ilva il dialogo potrebbe riaprirsi: venerdì ci sarà un nuovo incontro fra la proprietà della multinazionale franco-indiana e il presidente del consiglio, che, secondo indiscrezioni, avanzerà proposte per comporre la vertenza e che dovranno comprendere anche il ripristino dello scudo penale, tanto indigesto per una frangia del M5s.

Sulla riforma della giustizia le posizioni dall’interno del governo restano distanti, mentre Di Maio solleva un altro problema a rischio di collisione, quello della riforma dell’Unione Europea e, più specificamente, del MES, il fondo europeo salva stati, secondo linee che sarebbero però state messe a punto con il precedente governo.

Di fronte a questa offensiva simultanea l’esecutivo appare ondeggiante e timoroso, consapevole com’è, sia del valore dirompente delle critiche di Renzi, sia delle fibrillazioni e delle spaccature interne che stanno mettendo a dura prova la compattezza dei Grillini.

A stressare ulteriormente il movimento 5 stelle anche l’incredibile vicenda dell’ex ministra Trenta che proprio il 5 settembre, cioè il giorno delle dimissioni del governo di cui faceva parte, aveva trasferito la titolarità dell’alloggio di servizio di godeva al marito, maggiore dell’esercito, mentendo poi, quando la vicenda è venuta alla luce, anche sull’importo del canone di affitto.

Ieri si è saputo che per questo grande appartamento in pieno centro di Roma il canone era ed è fino a che non verrà lasciato, come ha promesso la Trenta, di € 141 al mese.

Come si vede coloro che volevano rivoluzionare la politica, si adagiano via via sui peggiori costumi di quella vecchia.

Articoli correlati

Covid-19, De Lise (commercialisti): “Fase-2, errori macroscopici del governo”

Redazione

Conte… come il Principe di Salina?

Giuseppe Mazzei

Banda larga, Italia ancora al palo

Giampiero Catone

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Se continui ad utilizzare il sito ne assumiamo che tu sia concorde. Accetta Maggiori Informazioni