giovedì, 23 Settembre, 2021
Ambiente

Incendi,comandante carabinieri forestali”Contro piromani con satelliti”

ROMA (ITALPRESS) – «Grazie a un sistema satellitare all'avanguardia, i carabinieri forestali sono in grado di acquisire informazioni e immagini per individuare il punto di iniezione delle fiamme e determinare prontamente le cause che hanno cagionato gli incendi. Inoltre, sono state affinate le tecniche investigative per individuare gli autori del reato. Il risultato è che dal 2017 sono aumentati notevolmente gli arresti e le notizie di reato contro persone note sono raddoppiate, passando da una media di 180 nel triennio 2014-16 a una media di 360 nel quadriennio 2017-20». Lo afferma il generale Antonio Pietro Marzo, comandante dei Carabinieri forestali in un'intervista a Famiglia Cristiana in edicola domani. «Le foreste hanno un ruolo decisivo nel mitigare gli effetti dei cambiamenti climatici», spiega il generale Marzo. «Quando vengono distrutte, eccessivamente sfruttate o incendiate, diventano fonte di gas serra, contribuendo così al riscaldamento globale. Ogni volta che si verificano illeciti che portano a consumo di suolo, dissodamenti e movimenti terra in aree vincolate, apertura di strade e abusivismi vari, impermeabilizzazioni e cementificazione del suolo, viene a cessare la capacità di assorbimento del carbonio che in alcuni casi viene rilasciato in atmosfera. Si capisce bene, quindi, come la prevenzione e la repressione degli illeciti contro le foreste e il territorio in genere abbiano un effetto diretto nel mitigare l'effetto dei cambiamenti climatici». Lunghi sono i tempi di rigenerazione del territorio dopo che è stato ferito: «Una foresta di alto fusto di faggi recupera in circa 80 anni dall'evento, mentre un ecosistema forestale a macchia mediterranea si riprende in media entro i 20 anni». (ITALPRESS). mgg/com 04-Ago-21 12:58

Sponsor

Articoli correlati

“Uno scatto per la natura”, l’Italia attraverso le foto dei giovani

Redazione

“Insieme per il Mar Mediterraneo”, nuovo progetto di Marevivo

Paolo Fruncillo

Percorso Cantieri della Salute, in Toscana al via percorso su benessere del territorio

Giulia Catone

Lascia un commento