sabato, 16 Ottobre, 2021
Ambiente

Sostenibilità al centro “Premio innovatori responsabili” in Emilia

Il Patto per il Lavoro e per il Clima della Regione e l’impegno di imprese, professioni e sistema formativo per valorizzare e puntare sulla sostenibilità ambientale. È questo il cuore della VII edizione del “Premio innovatori responsabili”, il riconoscimento istituito dalla Regione per valorizzare le buone prassi coerenti con i 17 obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, che la Giunta ha assunto come riferimento strategico nel programma di mandato della XI legislatura e che hanno ispirato il Patto per il lavoro e per il clima siglato con le parti sociali.

La VII edizione si rivolge alle imprese di ogni settore e dimensione, cooperative sociali, liberi professionisti, scuole superiori, Fondazioni ITS, Università ed Enti di formazione, purché operanti con sedi in Emilia-Romagna, che potranno candidare progetti di innovazione già avviati e che contribuiscono alla realizzazione dei quattro obiettivi strategici indicati nel Patto, sottoscritto nel dicembre 2020 con tutte le parti sociali, per un rilancio e uno sviluppo della regione fondato su conoscenza e saperi, transizione ecologica, diritti e doveri, lavoro imprese e opportunità.

“Se la chiave per vincere le sfide dei prossimi anni sta nella capacità delle imprese di reinterpretare il proprio ruolo puntando all’integrazione con la realtà che le circonda- sottolineano l’assessore regionale allo Sviluppo economico e Lavoro, Vincenzo Colla, e la vicepresidente della Regione e assessore alla transizione ecologica, Elly Schlein- la transizione verso le sostenibilità ambientale e la sostenibilità sociale rappresenta la nuova sfida. Questa settima edizione del Premio Innovatori responsabili è dunque l’occasione per far emergere e conoscere le realtà più virtuose del nostro territorio che si sono mosse in questa direzione, perché siano da esempio per tutto il sistema produttivo regionale proiettato verso una transizione giusta che non lasci indietro nessuno”.

Le candidature potranno essere inviate dall’1 al 30 settembre 2021. Come per le edizioni precedenti, il premio include il riconoscimento speciale Ged – Gender equality & diversity, che verrà assegnato, dalla Commissione per la parità e i diritti delle persone, alle migliori iniziative che favoriscono il superamento dei differenziali di genere. Anche quest’anno i vincitori saranno premiati nel corso di un evento pubblico e la Regione darà ampia visibilità ai progetti segnalati, realizzando video promozionali delle iniziative più rappresentative e pubblicando le esperienze raccolte nel volume ‘Innovatori responsabili 2021’.

Sponsor

Articoli correlati

Attendendo le regionali

Giampiero Catone

Marche, progetto pilota in crowfunding per bonifica mare da plastica

Redazione

“Uno scatto per la natura”, l’Italia attraverso le foto dei giovani

Redazione

Lascia un commento